Moody’s, l’Italia perde la stima 

A
A
A
di Marcello Astorri 15 Febbraio 2019 | 09:58
L’agenzia di rating americana taglia la crescita del pil allo 0,5% e prevede un deficit al 2,5%

Anche Moody’s taglia di netto le stime di crescita dell’Italia. L’agenzia americana di rating ha abbassato le sue previsioni tra lo 0 e il +0,5%, dal +1% precedente. A motivazione della revisione al ribasso, Moody’s ha sottolineato «un significativo» rischio di elezioni dopo il voto per le elezioni Europee del prossimo 26 maggio. Secondo l’agenzia, le incertezze legate alla stabilità politica rendono incerti anche gli investitori che non riescono a prezzare il rischio Italia. Cambiano le stime dell’istituto anche per quanto riguarda il deficit, che sarà pari al 2,5% del pil. Anche se il governo di Roma con la Commissione europea si era impegnato a non superare il 2%. Situazione che potrebbe aprire all’ipotesi di una manovra correttiva.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Deutsche Bank brinda con il verdetto di Moody’s

Rating Italia: oggi S&P, l’8 maggio Moody’s. I possibili scenari

Sport e coronavirus: anche la Formula Uno rischia il crack

NEWSLETTER
Iscriviti
X