Istat, mercato immobiliare in frenata: -0,8% le compravendite del III trimestre

A
A
A
Avatar di Simona Politini21 febbraio 2019 | 12:57

Il mercato immobiliare frena leggermente: i dati Istat del III trimestre 2018

Lieve calo delle compravendite nel settore immobiliare: perdono l’0,8% rispetto al trimestre precedente le convenzioni notarili di compravendita e le altre convenzioni relative ad atti traslativi a titolo oneroso per unità immobiliari (175.102). Lo ha reso noto oggi l’Istat.

 

Frena il mercato immobiliare, Istat: le differenze tra Nord e Sud Italia

Il mercato immobiliare, secondo quanto riporta l’Istat nel suo comunicato, segna variazioni congiunturali positive al Centro (+0,9%), nel Nord-est (+0,8%) e nelle Isole (+0,6%); negative nel Nord-ovest (-1,2%) e al Sud (-1,1%). Per il comparto economico si registrano flessioni marcate nel Nord-ovest (-21,8%) e nel Nord-est (-11,6%), meno ampie nelle Isole (-6,1%) e al Sud (-3,4%) e segnali espansivi al Centro (+2,3%).

Su base annua le transazioni immobiliari aumentano complessivamente dell’1,6%. La crescita riguarda il comparto dell’abitativo (+3,9%) mentre l’economico registra un calo del 27,1%.

Rispetto al terzo trimestre del 2017, l’incremento osservato per il settore abitativo nel periodo luglio-settembre interessa tutte le aree geografiche del Paese – Nord-est +7,3%, Isole +5,0%, Centro +4,7%, Nord-ovest +2,1%, Sud +1,9% – e tutte le tipologie di comuni (città metropolitane +3,3%, piccoli centri +4,5%). Lo stesso accade per la flessione registrata nel settore economico – Nord-est -41,1%, Nord-ovest -26,6%, Centro -22,1%, Isole -17,1% e Sud -13,7%, città metropolitane -21,5% e piccoli centri -30,5%.

 

Mercato immobiliare, Istat: le convenzioni notarili del III trimestre 2018

Il 94,4% delle convenzioni stipulate riguarda trasferimenti di proprietà di immobili a uso abitativo e accessori (165.379), il 5,1% a uso economico (8.946) e lo 0,4% a uso speciale e multiproprietà (777).

Le convenzioni notarili per mutui, finanziamenti e altre obbligazioni con costituzione di ipoteca immobiliare (98.209) crescono dell’1,5% rispetto al trimestre precedente e del 7,0% su base annua.

Tali convenzioni registrano un aumento su tutto il territorio nazionale, sia su base congiunturale – Centro +2,3%, Nord-ovest +1,4%, Nord-est +1,3%, Isole +1,2% e Sud +0,8% – sia su base annua – Nord-est +9,4%, Centro +6,7%, Sud +6,6%, Nord-ovest +6,4% e Isole +3,8%. Rispetto alla tipologia dei comuni, la crescita riguarda sia le città metropolitane (+8,3%) sia i piccoli centri (+6,1%).


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Fondi, top e flop del 4/1/2019

La rubrica del risparmio gestito ...

Investimenti, sugli emergenti non pesa la sfida commerciale

L’export dei mercati emergenti rimane forte nonostante i conflitti commerciali mondiali ...

Auto, in Europa calano ancora le immatricolazioni. Indice settoriale al test di un importante livello tecnico

L'indice Euro Stoxx Automobiles & Parts, benchmark di riferimento per i titoli azionari del sett ...