La Commissione Ue chiede la patrimoniale all’Italia

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri 28 Febbraio 2019 | 10:35
Bruxelles vorrebbe il ritorno della tassa sulla prima casa per i redditi più alti

Il Country report della Commissione europea sull’Italia non porta buone notizie. Il commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici, non ha voluto commentare provvedimenti specifici, ma tra la bacchettata su una legge di bilancio che non stimola la crescita e quella sugli squilibri macroeconomici eccessivi, si fa strada l’ombra della tassa patrimoniale. La Ue chiede al nostro Paese passi concreti per riformare il catasto e vorrebbe la reintroduzione della tassa sulla prima casa per i redditi più alti. Oltre a una corposa revisione, annunciata e mai avvenuta, delle numerose detrazioni ed esenzioni fiscali. In Italia, intanto, si parla di eventuali manovre correttive e possibili aumenti dell’Iva, tutte misure non espansive che per il capo dell’Economia, Giovanni Tria, rischierebbero di danneggiare una crescita già molto fragile.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Petrolio, indici e Commissione Europea: la view di Massara (Pwa)

Nomine Bce e Commissione Europea, l’impatto sui portafogli obbligazionari

Ue, nuova tirata d’orecchie al governo

NEWSLETTER
Iscriviti
X