I cereali non piacciono agli hedge fund

A
A
A

La guerra dei dazi coinvolge i mercati della soia e dei cereali. E i fondi di investimento hanno accumulato posizioni ribassiste.

Roberta Maddalena di Roberta Maddalena15 marzo 2019 | 09:44

La guerra dei dazi Usa-Cina coinvolge anche i mercati della soia e dei cereali.

Come si legge sul Sole 24 Ore, infatti, i fondi di investimento hanno accumulato un record di posizioni ribassiste. E tutto questo alla luce del pessimismo sulla ripresa delle importazioni di prodotti agricoli americani da parte di Pechino. Nel dettaglio, secondo gli ultimi dati disponibili, tra semi di soia, grano e mais, allo scorso 5 marzo gli hedge funds avevano una posizione netta corta di circa 300mila lotti nelle principali borse merci degli Usa. L’intesa sembra quindi allontanarsi, e l’ultimo tweet di Donald Trump in cui il Presidente afferma che: “non c’è fretta”, non lascia spazio all’ottimismo.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Dazi, Pechino va al contrattacco sui T-bond

Guerra dei dazi, tregua di Trump sulle auto

Dazi: la guerra che ammazza Wall Street

Ti può anche interessare

Fondi private, Fideuram fa il bis

Conclusa la seconda finestra di collocamento di FAI - Mercati Privati Globali ...

WisdomTree: il 2019 avrà l’oro in bocca

Reddito fisso, la Fed impone attenzione alla qualità creditizia. Giappone possibile outsider in uno ...

Il “buy” del consulente – 01/10/18, da Alkemy a Cnh Industrial

I consigli giusti in diretta da Piazza Affari ...