Derivati, ora più poteri a Esma

A
A
A
Avatar di Redazione 15 Marzo 2019 | 11:58

Parlamento e Consiglio hanno trovato un accordo per attribuire a Esma, la Consob europea, la vigilanza sulle controparti centrali di Paesi terzi in attività con soggetti all’interno dell’Unione europea in tema di derivati. A quanto si legge su Il Sole 24 Ore, il nuovo regime potrebbe entrare in vigore in ottobre. A subire di più le conseguenze di questa riforma potrebbe essere Londra, importante piazza finanziaria e capitale del Regno Unito che è ormai prossimo alla Brexit. Dal prossimo 29 marzo, a ora data prefissata per l’uscita del Regno Unito dalla Ue, la Commissione ha deciso di adottare un regime transitorio di un anno. Questo permetterà di continuare a operare in Europa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

ITForum Online Week: la parola a Borsa Italiana su mercati azionari, derivati ed EtfPlus

Speciale road to ITForum, Borsa Italiana: “Azioni, derivati ed ETFplus, ecco i perchè di un anno con volumi record”

Divieto dell’athority sui derivati crypto. Le reazioni del mercato

NEWSLETTER
Iscriviti
X