Assogestioni: a febbraio trionfa Poste. Patrimonio record, ma la raccolta delude

A
A
A
di Roberta Maddalena 27 Marzo 2019 | 11:20
La raccolta netta del sistema registra a febbraio un saldo vicino alla parità. Il dato relativo alle gestioni collettive è in flessione.

La raccolta netta del sistema registra a febbraio un saldo vicino alla parità. Il dato relativo alle gestioni collettive, in flessione (-1,4mld), è controbilanciato dalle sottoscrizioni nette registrate sulle gestioni di portafoglio (+1mld circa). Il patrimonio totale dell’industria è in crescita di quasi 17 miliardi di euro rispetto al mese precedente e sale a quota 2.123 mld, nuovo record storico, grazie in particolare all’effetto della gestione.

Gli asset complessivi sono quasi equamente ripartiti tra le gestioni collettive (1.057mld) e le gestioni di portafoglio (1.066mld).

Nel mese i risparmiatori italiani hanno orientato le proprie preferenze sui prodotti obbligazionari (+287milioni) e sui bilanciati (+70milioni). Nel dettaglio dell’analisi condotta da Assogestioni, i Fondi obbligazionari hanno segnato un +287 milioni, i Fondi bilanciati +70 milioni, i Fondi di diritto estero -536 milioni e i Fondi di diritto italiano -1,1 miliardi.

A livello di afflussi per le società, a febbraio la parte del leone spetta a Poste Italiane con 718 milioni di euro circa, seguita dai 467 milioni circa di Morgan Stanley e dai 215 circa del gruppo Bnp Paribas. Maglia nera del mese è il gruppo Intesa Sanpaolo, che registra deflussi pari a 780 milioni di euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, il punto tecnico settimanale di Eugenio Sartorelli (Siat)

Generali, campagna nell’Est Ue: vicina agli asset di Aviva Polonia

Analisi ciclica: le strategie di Sartorelli per i prossimi giorni

NEWSLETTER
Iscriviti
X