Consulenti e fattura elettronica, la guida definitiva

A
A
A
Avatar di Redazione12 aprile 2019 | 10:35

A cura di Stefano Loconte.

Dal 1° gennaio 2019 i titolari di partita Iva, fatta eccezione per alcuni soggetti come gli aderenti al regime forfettario, sono obbligati a emettere la fattura elettronica. Anche i consulenti finanziari, essendo titolari di partita Iva, si cimenteranno con il nuovo sistema.

Fattura elettronica: Autenticità garantita

La procedura per l’elaborazione e l’emissione delle e-fatture parte dalla creazione di un documento digitale Xml (eXtensible Markup Language, n.d.r.) di dimensione non superiore ai 5 Mb, la cui autenticità è asseverata dalla firma digitale dell’emittente e dalla supervisione del Sistema di Interscambio, che garantisce la contezza di tutti i dati sulle operazioni effettuate dai soggetti passivi Iva. Per poter accedere al nuovo metodo di fatturazione i professionisti possono usufruire gratuitamente del portale web dell’Agenzia delle Entrate; in alternativa, è possibile scaricare l’app FatturAE per i dispositivi mobili, ovvero, installare sul proprio computer un software a pagamento. La trasmissione della fattura, che necessariamente deve avvenire attraverso il Sistema di Interscambio, può essere espletata dal professionista (nel caso dei consulenti finanziari anche dalla banca, in qualità di mandante), ovvero può essere affidata a un servizio intermediario di outsourcing (esternalizzazione). Per l’invio della fattura, è necessario fornire al professionista il codice univoco (codice destinatario) di 7 cifre, o il proprio indirizzo Pec.

Fattura elettronica: Dati e codici

In mancanza, ovvero nei casi di esonero dall’obbligo di fatturazione, il professionista potrà indicare nella sezione codice destinatario il valore predefinito 0000000. Al termine della procedura, la fattura in originale sarà disponibile nell’area riservata del cliente. I tempi di emissione della e-fattura risultano differenziati. Fino al 30 giugno 2019, il documento dovrà essere emesso entro il termine di liquidazione periodica Iva. Dal semestre successivo, la fattura dovrà essere invece emessa entro dieci giorni dall’effettuazione dell’operazione. Per emissione si intende l’atto della sua consegna, trasmissione o messa a disposizione del cessionario o del committente; per la fattura elettronica, tale momento è attestato dalla ricevuta di consegna o di impossibilità alla consegna.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, se il bonus si restringe

Consulenti, ecco il gestore che ha scelto Ibra

Consulenti, come spiegare il vostro lavoro ai clienti

Bnl Bnp Paribas LB, foto racconto della convention

Consulenti, tutti a caccia dei beni rifugio

Consulenti, due incubi chiamati mobbing e straining

Consulenti, come reclutare i professionisti giusti

Consulenti, un ritardo può essere fatale

Consulenti, arriva l’esercito degli iron banker

Consulente, che botta: hai perso il 5-10% dei margini

Consulenti finanziari, clientela a raffica

Consulenti, cercasi giovani disperatamente

Consulenti, la vigilanza si allarga

Consulenti, ecco a quali reti si affidano i politici

Consulenti, fiumi di radiazioni e provvedimenti sotto l’albero

Consulenza e sri, tutto quello che c’è da sapere sugli obblighi informativi

Consulenti, fate largo ai creativi

Ocf, domande e risposte aggiornate sugli obblighi informativi dei cf

Azimut, un saluto commosso a Tardelli

Consultinvest, preparatevi a un 2020 di novità

Bnl Bnp Paribas LB, otto sotto il tetto di Rebecchi

Fideuram Ispb, il 2019 in 5 notizie

Reti, i veri fuoriclasse sono i consulenti

IWBank PI, poker d’assi nel reclutamento

Consulenti finanziari, i servizi giusti per il lungo termine

Fee only, la carica dei 300 (e oltre)

Consulenti e vigilanza, a novembre stessi numeri ma cambia la sostanza

Banca Mediolanum, sospeso il consulente Ajmone Cat

Banca Generali, la raccolta è sempre in forma

Advisor Mantra: sappiate scegliere i compagni di viaggio

Consulenti, la previdenza per fare ripartire l’Italia

Fideuram Ispb, le 400 eccellenze della consulenza patrimoniale

Consulenti, alla previdenza ci pensano di più i millennial

Ti può anche interessare

Azimut, uno sguardo tecnico

Azimut sta testando a 22,95 euro la media mobile a 21 sedute. Un livello da dove il titolo potrebbe ...

Bankitalia: investitori esteri a caccia di Bot

Gli investitori esteri tornano a comprare titoli di stato italiani, in prevalenza Bot. Nonostante si ...

Truffe bancarie, rimborsi anticipati

Gli azionisti e obbligazionisti degli istituti posti in liquidazione prima del 2018 potranno avere u ...