Istat, industria col fiato corto

A
A
A

I dati dell’istituto di statistica evidenziano ricavi in crescita dello 0,3% su base mensile e ordinativi in flessione del 2,7%.

Roberta Maddalena di Roberta Maddalena18 aprile 2019 | 12:23

A febbraio si stima che il fatturato dell’industria aumenti in termini congiunturali dello 0,3%, proseguendo la dinamica positiva di gennaio. A rilevarlo è l’Istat, che ha aggiunto come gli ordinativi hanno registrato una diminuzione congiunturale del 2,7%; nella media degli ultimi tre mesi, sui tre mesi precedenti, si registra invece un calo dell’1,3%.

Con riferimento ai raggruppamenti principali di industrie, a febbraio gli indici destagionalizzati del fatturato segnano un aumento congiunturale dell’1,2% per i beni strumentali, una lieve riduzione, dello 0,1%, sia per i beni di consumo che per i beni intermedi e un calo più consistente, dell’1,0%, per l’energia. Per quanto riguarda infine il comparto manifatturiero, il settore dei macchinari e attrezzature registra una crescita del 5,5%, mentre l’industria dei mezzi di trasporto mostra la flessione maggiore (-5,6%).


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Italia, Istat: poca crescita ma sopra le stime

Istat, la rivincita del mattone

Istat, consumatori e imprese perdono fiducia

Ti può anche interessare

Btp: aste ok, spread giù

Buoni risultati sia in termini sia di domanda che di rendimenti. E’ questa la sintesi della t ...

Decalia punta sull’allungamento della vita media

“L’allungamento della vita media crea nuove opportunità per gli investitori, che posson ...

Il “buy” del consulente – 24/10/18, da Banca Generali a Danieli

I consigli giusti in diretta da Piazza Affari ...