Istat, industria col fiato corto

A
A
A
di Roberta Maddalena 18 Aprile 2019 | 12:23
I dati dell’istituto di statistica evidenziano ricavi in crescita dello 0,3% su base mensile e ordinativi in flessione del 2,7%.

A febbraio si stima che il fatturato dell’industria aumenti in termini congiunturali dello 0,3%, proseguendo la dinamica positiva di gennaio. A rilevarlo è l’Istat, che ha aggiunto come gli ordinativi hanno registrato una diminuzione congiunturale del 2,7%; nella media degli ultimi tre mesi, sui tre mesi precedenti, si registra invece un calo dell’1,3%.

Con riferimento ai raggruppamenti principali di industrie, a febbraio gli indici destagionalizzati del fatturato segnano un aumento congiunturale dell’1,2% per i beni strumentali, una lieve riduzione, dello 0,1%, sia per i beni di consumo che per i beni intermedi e un calo più consistente, dell’1,0%, per l’energia. Per quanto riguarda infine il comparto manifatturiero, il settore dei macchinari e attrezzature registra una crescita del 5,5%, mentre l’industria dei mezzi di trasporto mostra la flessione maggiore (-5,6%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fatturato industriale a -11,5% nel 2020, peggiore risultato dal 2009

Pil Italia, l’Istat rivede la crescita del terzo trimestre. E il 2021 andrà peggio del previsto

Effetto Covid, persi 500mila posti di lavoro. Ed è solo l’inizio

NEWSLETTER
Iscriviti
X