Fisco, miniera d’oro dal mattone

A
A
A
di Redazione 29 Aprile 2019 | 09:56
Nel 2018 le tasse sul mattone hanno generato un gettito complessivo di quasi 40 miliardi di euro. In crescita del 2% sull’anno scorso.

Quasi quaranta miliardi di euro. Come riporta Il Sole 24 Ore, a tanto ammontano le imposte che lo Stato e i Comuni hanno incassato nel 2018 da fabbricati e terreni, in crescita del 2% sull’anno precedente. E per quest’anno l’importo sembra essere destinato ad aumentare, dopo il via libera ai rincari dei tributi locali stabiliti dall’ultima legge di Bilancio. Quadro che potrebbe peggiorare, se l’Esecutivo dovesse prendere in considerazione la proposta di una nuova tassa patrimoniale suggerita dal Fondo Monetario Internazionale.

I 39,5 miliardi di gettito del 2018 sono frutto di tre voci: patrimoniale – composta da Imu e Tasi -, reddituale – con cedolare secca sugli affitti, Irpef, Ires, registro e bollo sulle assicurazioni – e infine ci sono i trasferimenti, Iva, imposte di successione e donazione. Il Sole non considera la tassa sui rifiuti, che comunque grava su proprietari e inquilini e porterebbe il conto a 50 miliardi.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, tutte le misure fiscali del Decreto Sostegni bis convertito

Patrimoniale e fisco: Franco delinea il futuro

NEWSLETTER
Iscriviti
X