Le banche centrali puntano sull’oro

A
A
A

La domanda di metallo prezioso è cresciuta del 7% rispetto a un anno fa. Le banche centrali hanno acquistato 145,5 tonnellate d’oro nei primi tre mesi del 2019.

Avatar di Redazione2 maggio 2019 | 14:30

La paura per un’economia in frenata ha fatto aumentare la domanda mondiale di oro nei primi tre mesi del 2019. Secondo i dati diffusi dal World Gold Council, la domanda è cresciuta del 7% rispetto a un anno fa. Tra i principali acquirenti del metallo prezioso ci sono le banche centrali, che hanno acquistato 145,5 tonnellate di oro, facendo segnare un +68% che non si vedeva dallo stesso periodo del 2013. L’opinione degli analisti è che la banche centrali, a causa dell’incertezza sui mercati, stiano diversificando i loro investimenti rispetto al dollaro. Tutto questo è frutto dell’incremento del “desiderio di attività liquide e sicure” .


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

I venti di guerra spingono l’oro

Oro, avanti tutta con la strategia di zio Paperone

Oro, l’ombra del crimine sui lingotti fake

Asset allocation, l’oro per diversificare

Oro, scatto da centometrista: ai massimi dal 2013

L’oro continua a brillare

Oro, Ubs vede lo sprint a 1.600 dollari

Investitori spaventati, l’oro gode

Mercati, quanto corrono oro e petrolio

Investimenti in oro: è corsa verso il bene rifugio

Banche centrali: l’età dell’oro

WisdomTree: il 2019 avrà l’oro in bocca

Borse, scatta la corsa a oro e beni rifugio

Oro, c’è da scommetterci: lo dice Schroders

Asset allocation, è tornata tanta voglia di oro

E l’oro torna sexy: lo dice BofA Merrill Lynch

Albo Compro Oro dopo l’estate

Capitali, come portarli all’estero (legalmente)

Oro, si raffredda la domanda

Promette mega-rendimenti con l’oro. Sospeso sito web dalla Consob

Dopo attacco missilistico Usa alla Siria borse in calo, salgono bond, oro e petrolio

Il rialzo graduale dei tassi della Fed può favorire oro e materie prime

Trump sta vincendo, mercati finanziari mondiali nel panico

Wall Street apre novembre con un lieve calo degli indici

Citigroup: da Trump e dai tassi Usa sostegno alle quotazioni dell’oro

Oro, meglio gli Etf che i titoli minerari a questi livelli

Apple mette di buon umore Wall Street

La Turchia rende prudente Wall Street, risale l’oro

Wall Street parte bene, brillano Citigroup e General Electric

Anche New York prosegue calo, bene bond e oro

Anche Wall Street si lecca le ferite a causa della Brexit

Wall Street parte in rialzo, spera nella vittoria del “remain”

Anche Wall Street fa il tifo per la permanenza della Gran Bretagna nella Ue

Ti può anche interessare

Nexi, via libera Consob alla maxi ipo

Nel primo giorno di collocamento, le richieste di azioni Nexi da parte degli investitori hanno già ...

Bce, scatta il tiering

Via all’esenzione parziale ai tassi negativi pagati dalle banche per i loro depositi presso l ...

Cina, la regina dei mercati emergenti

Siete pronti per il nuovo leader globale? E’ innegabile il ruolo cruciale detenuto dai mercati ...