Ue, Italia ancora a rischio procedura

A
A
A
di Marcello Astorri 3 Maggio 2019 | 10:58
La Commissione manderà presta una lettera di chiarimenti al governo per il debito eccessivo, salito nel 2018 al 132% del Pil.

Il fronte tra il governo italiano e l’Unione europea potrebbe riaprirsi molto presto. Il motivo, ancora una volta, sono i conti che non tornano. La Commissione, infatti, sta valutando gli ultimi dati italiani sull’andamento dell’economia. E martedì prossimo potrebbe divulgare nuove previsioni economiche, forse perfino al ribasso rispetto a quelle di febbraio che parlavano di una crescita del pil dello 0,2%.

La ripresa dei primi mesi dell’anno ravvisata dall’Istat non avrebbe cambiato poi di molto la chiave di lettura di Bruxelles sulla situazione italiana, ossia quella di un’economia poco competitiva e zavorrata da un debito pubblico troppo elevato. Quest’ultimo, infatti, nel 2018 è salito a oltre il 132% del Pil. Come scrive Il Sole 24 Ore, a breve la Commissione scriverà al governo italiano per chiedere spiegazioni. E sarebbe il primo passo verso una possibile procedura di infrazione per debito eccessivo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Petrolio, indici e Commissione Europea: la view di Massara (Pwa)

Nomine Bce e Commissione Europea, l’impatto sui portafogli obbligazionari

Ue, nuova tirata d’orecchie al governo

NEWSLETTER
Iscriviti
X