Tria, arriva l’alt sul deficit

A
A
A
di Roberta Maddalena 9 Maggio 2019 | 11:21
In un’intervista al Sole, il ministro Giovanni Tria fa il punto sulla situazione all’indomani delle problematiche previsioni di primavera da Bruxelles.

In un’intervista al Sole 24 Ore il ministro dell’Economia Giovanni Tria fa il punto sulla situazione all’indomani delle problematiche previsioni di primavera da Bruxelles: “Il debito italiano è sostanzialmente stabilizzato da anni, con oscillazioni minime. Non mi aspetto da Bruxelles la richiesta di una manovra correttiva che non è arrivata finora, ma gli obiettivi del Def su deficit e debito sono confermati. La riforma fiscale non si può fare a deficit perché per misure strutturali servono coperture altrettanto strutturali”.

Tria, che allo stesso tempo invita a non drammatizzare il confronto sia con Bruxelles sia sul fronte interno, con Lega e Cinque Stelle, ha affermato inoltre che le differenze sul debito e sui livelli 2020 nascono dal fatto che i calcoli Ue “non considerano impegni che sono già inseriti nella legislazione italiana, e che confermo”. Tra questi impegni, infatti, ci sono i 23,1 miliardi di aumento Iva, sostituibile con tagli di spesa equivalenti, e i 18 miliardi di privatizzazioni.

 

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X