Banca Generali a tutto Fintech

A
A
A

Mossa: “tecnologia grande opportunità, ma il consulente resta insostituibile”: confronto al Politecnico di Milano

Andrea Giacobino di Andrea Giacobino13 maggio 2019 | 08:30

“Il Fintech è una grande opportunità per chi come noi punta sulla relazione di fiducia e su soluzioni personalizzate per la protezione dei risparmi delle famiglie”. Lo ha dichiarato Gian Maria Mossa, amministratore delegato di Banca Generali, davanti alla platea di studenti del master del Politecnico di Milano nel convegno di pochi gioorni fa “Ricetta di innovazione” analizzando le prospettive del settore finanziario di fronte all’avanzata delle nuove tecnologie e delle nuove realtà del settore. (clicca qui o sulla schermata sotto  per il video dell’evento)

Per il professor Marco Giorgino, docente di finanza e risk management del Politecnico quest’anno assisteremo a forti novità nel Fintech in Italia, alla luce della sempre più stretta collaborazione tra realtà di nicchia nel settore con banche e assicurazioni.
“Il trend è molto forte come testimonia lo studio condotto sui finanziamenti alle start up negli ultimi 2 anni che ha mostrato un incremento del 60% a livello globale; sono sempre di più sono le start up che supportano le banche ad affrontare la trasformazione digitale senza vedere solo gli attori tradizionali come degli intermediari, ma anche delle piattaforme tramite cui offrire i propri servizi. Il supporto sulle tecnologie è poi centrale: pensiamo ai big data e all’artificial intelligence che consentono di ottenere importanti benefici sia sul piano operativo, sia sul piano commerciale, sia sui rischi”.

Al tavolo del convegno anche una “big” del tech chiamata in causa in ogni report di scenario come potenziale nuovo operatore anche in campo finanziario, che però non sente questa esigenza restando concentrata sul business dei servizi per il consumatore avendo come chiaro scopo la semplificazione: «Non vogliamo diventare una banca, Facebook ha il consumatore al centro, usiamo la tecnologia per semplificare la vita delle persone dando al tempo stesso la possibilità ai nostri partner commerciali di accrescere l’interazione col cliente; in questo senso abbiamo dei servizi per i pagamenti su alcuni nostri canali e Paesi ma rientrano in questo obiettivo che ci siamo dati” spiega Luca Colombo, country director di Facebook Italia.

Sulle alleanze per accelerare nella digitalizzazione ha puntato da tempo Banca Generali che rappresenta uno dei pochi casi di “open banking” in Italia, con un sistema tipo hub capace di integrare diverse piattaforme, appunto partner su cui costruire servizi su misura per i propri private banker e clienti. L’ultimo esempio è la joint-venture con Saxo Bank nell’amministrato e nel trading, così come con Ubs Partner per lo sviluppo di un motore personalizzato nel robo for advisory a tutela dei portafogli. «Quando ci sono in ballo scelte importanti e progetti di vita, come ad esempio la pianificazione successoria, analisi del patrimonio di imprese o su asset meno liquidi come l’immobiliare – ha concluso Mossa – il ruolo di un consulente ben preparato è fondamentale e non sostituibile, ma il digitale si affianca certamente come uno strumento utile che valorizzare ulteriormente la consulenza”.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, anche le reti soffrono il Coronavirus

Banca Generali, Mossa è il cavaliere solitario

Banca Generali, perché i profitti vanno a gonfie vele

Banca Generali, il migliore anno di sempre

Banca Generali innova il private banking

Banca Generali, Fineco e Intesa tra i big della sostenibilità

Banca Generali con la Brignone tra vittorie e ambiente

Mifid 2, le grandi reti gongolano con le commissioni

Banca Generali, un anno nel segno dalla Consulenza Evoluta

Reti, un anno da Cani

Reti Champions League: Mossa-Rebecchi, la finale degli invincibili

Banche e reti, in Borsa è stato un anno da leoni

Banca Generali, il 2019 in 5 notizie

Banca Generali, un premio alle sue gestioni

Banca Generali, promossa ancora sulla sostenibilità

Banche e reti, per Ubs c’è chi è buy e chi no

Banca Generali, il private cresce in Toscana

Banca Generali, la raccolta è sempre in forma

Reti Champions League: quarti da urlo, ecco chi passa alle semifinali

Banca Generali, nuova offerta Etica per i consulenti

Banca Generali accelera con Lamborghini sull’innovazione

Banca Generali e Fineco sotto la lente di Ubs

A lezione da Banca Generali

Banca Generali mette il turbo sulla consulenza evoluta

Banca Generali sfonda il muro dei 4 miliardi

Banca Generali, “Best In Italy”

B.Generali, una crescita da 10 (miliardi) e lode

Banca Generali Private, la più amata dagli italiani

Banca Generali, che forza nel Veneto

Fusione CheBanca!-Mediolanum? Le ipotesi degli analisti

Banca Generali lancia i nuovi comparti in Lux Im

Mossa: prima il banker, poi la tecnologia

Banca Generali-Valeur, affare fatto

Ti può anche interessare

Bluerating Awards 2019: Credem, ecco i cf in nomination

Consulenti di fama, area manager e giovani talenti. Fra qualche settimana saranno premiati a Milano ...

ConsulenTia19, segui la diretta Twitter

E’ iniziata a Bologna l’edizione autunnale di  ConsulenTia19, la manifestazione organiz ...

Bankitalia: è SOS sul debito pubblico

A febbraio il debito pubblico è salito a 2.363,7 miliardi di euro contro i 2.293,6 dello stesso m ...