Allarme Ocse: l’Italia non cresce e il debito aumenta

A
A
A
di Marcello Astorri 21 Maggio 2019 | 11:22
L’organizzazione parigina ha ritoccato a 0 la crescita per l’Italia nel 2019, dal -0,2% previsto a marzo. Ma debito pubblico e disoccupazione rischiano di esplodere

Stagnazione economica, debito e disoccupazione in aumento. L’Ocse traccia un quadro a tinte fosche per l’Italia nelle sue previsioni semestrali sull’andamento delle principali economie sviluppate nel 2019. L’unico dato parzialmente positivo è il ritocco verso l’alto del dato sulla crescita, dal -0,2% di inizio marzo allo 0% attuale. Per il resto, però, secondo l’organizzazione parigina c’è poco da stare allegri: l’assenza di crescita porterà il debito pubblico italiano ad aumentare a oltre il 134% del Pil per quest’anno, la disoccupazione tornerà a salire per arrivare all’11,7% (dal 10,6 del 2018).

Nel 2020, poi, le cose potrebbero andare anche peggio senza interventi da parte del governo. Per l’Ocse “L’elevato debito pubblico rende l’Italia vulnerabile ai cambiamenti dei tassi d’interesse” e, inoltre, “La spesa pubblica deve diventare più efficiente e mirata, con un sistema di tassazione dei redditi personali più giusto e progressivo”. Il forte aumento della spesa sociale “contribuirà ad alleviare la povertà”, ma la spesa “deve essere equa a livello inter-generazionale”, conclude l’Ocse nel suo rapporto sull’Italia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, tasse sulle multinazionali: gli Usa ora sono appoggiati dall’Ocse

Polizze, italiani bocciati: 5 in pagella

Pil, nessuna crescita per l’Italia nel 2019. Parola di Ocse

NEWSLETTER
Iscriviti
X