Brexit: per la May dimissioni a giugno

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia24 maggio 2019 | 10:37

Sola e sotto assedio: Theresa May, dopo mesi di tentativi, tutti inutili, per raggiungere il tanto agognato sì al suo accordo mai arrivato ha annunciato in lacrime le dimissioni, che avverranno il prossimo 7 giugno.

«Ho servito il Paese che amo», ha detto concludendo il suo discorso e dopo aver espresso il suo «profondo rammarico per non aver potuto attuare la Brexit».

Theresa May rimarrà dunque in carica per altre sei settimane per dare il tempo di scegliere il suo successore e in questo modo sarà ancora Primo Ministro durante la visita del presidente statunitense Donald Trump, prevista nei primi di giugno. Tra i favoriti per sostituirla, spunta il nome di Boris Johnson, ex ministro degli Esteri.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Brexit, rinvio indigesto per l’Unione europea

Bce, non si muove foglia sui tassi. E la Brexit si allontana

Brexit News: May promette le dimissioni se si giunge ad un accordo

Brexit: no deal scongiurato, per ora

Brexit, sterlina tonica in attesa del voto in Parlamento

Brexit, i big del credito evitano l’Italia

Brexit: ora la strada è il rinvio

Brexit, altra sconfitta per la May

Brexit affossa il pil inglese

Brexit, la May nel pantano dopo il no di Juncker

Brexit, la May vuole di nuovo trattare

Etf a prova di Brexit

Brexit, la May si salva

Brexit, le borse non hanno paura

Brexit, rebus aperto dopo il no del Parlamento

Scene da una Brexit

Brexit, oggi la May si gioca tutto o quasi

Brexit, il rinvio è alle porte: domani giorno della verità

Gestori inglesi pronti al risiko post Brexit

Caos Brexit, la May chiede aiuto a Bruxelles

Brexit, la Gran Bretagna può ripensarci

Brexit, a ogni inglese costerà 1.000 ‎sterline

Effetto Brexit, il mercato dei titoli di stato torna a Milano

Le banche d’affari e private in fuga da Londra

Brexit, fuga dei gestori in Lussemburgo

Gam si prepara a una hard Brexit

Dalla Brexit alla Brentry

Brexit, 50 banche in fuga dal Regno Unito

Brexit, Citigroup punta sul Lussemburgo

Consulenti, in Gran Bretagna la Brexit frena i loro compensi

La Brexit spinge i financial advisor alla condivisione

Le private bank puntano ancora su Londra (nonostante la Brexit)

Citigroup potrebbe assumere 150 dipendenti in Europa a causa della Brexit

Ti può anche interessare

Dazi, Trump minaccia l’Ue: stangata da 11 miliardi

Il presidente statunitense, Donald Trump, minaccia una bordata da 11 miliardi di dollari sulle impor ...

Salone del Risparmio X: iscrizioni aperte

Il nuovo evento apre i battenti ...

Banca Imi lancia 8 nuovi certificati

Banca Imi, la banca di investimento del Gruppo Intesa Sanpaolo, introduce una novità tra i certific ...