Azioni vs obbligazioni, sulle cedole non c’è storia

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri 24 Maggio 2019 | 11:04

Sul mercato Europeo non c’è partita: i rendimenti sui dividendi azionari battono i bond. A sostenerlo sono gli esperti di Bank Of America Merrill Lynch, secondo i quali le azioni del Vecchio Continente sconterebbero già il rischio per la frenata in atto dell’economia mondiale. Del resto, la svolta accomodante delle banche centrali ha abbattuto i rendimenti dei mercati obbligazionari, portando gli investitori a guardare con sempre maggiore interesse alle cedole offerte dalle azioni europee. Tant’è che il differenziale di rendimento tra i dividendi azionari e quello dei bond ha ormai raggiunto il livello massimo da un secolo a questa parte.

Come sottolineano gli esperti di Bofa, infatti, i titoli governativi di Paesi come Francia, Germania, e Gran Bretagna continuano a rispecchiare un’aspettativa di tassi d’interesse bassi per un lungo periodo. Mentre il 92% delle azioni stacca un dividendo con un rendimento superiore ai rispettivi titoli governativi. Inoltre, gli analisti si aspettano una crescita degli utili fino al 5%. Questo allontana la prospettiva di un taglio delle cedole.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fineco, i vantaggi del consulente azionista

Salone del Risparmio, Legg Mason GAM: “Azioni: è giunto il tempo delle strategie unconstrained”

Risparmi: boom di polizze, ko azioni e Bot

Ti può anche interessare

Eurobond, l’apertura di Lagarde

Confermata la linea “molto accomodante” intrapresa da Mario Draghi anche dalla president ...

BoE: una supervaluta per sfidare Usa e Cina

Creare una nuova moneta digitale globale per contrastare l’egemonia del dollaro come riserva g ...

Draghi: l’UE deve cambiare

Le ultime parole di Mario Draghi nella sua ultima audizione alla commissione economia dell’Europa ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X