Governo: manrovescio da Bruxelles, Btp alle stelle

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri 30 Maggio 2019 | 11:47

“L’Italia ha fatto progressi insufficienti sul debito”. Da Bruxelles è arrivata la temuta lettera della Commissione europea, che, come da attese, tira le orecchie al nostro Paese per non aver rispettato gli obiettivi sul debito nel 2018. Adesso l’Italia ha 48 ore – a partire da ieri sera – per giustificare la propria negligenza in vista della scadenza del 5 giugno, quando dalla Ue arriveranno le pagelle per ciascun paese e il rapporto sul debito pubblico. L’Europa vorrebbe una manovra correttiva entro l’estate, per correggere il tiro sui conti a causa della crescita inferiore alle attese. Intanto, proprio oggi il tesoro ha collocato 1,88 miliardi di euro di Btp da 5 anni, con il tasso d’interesse all’1,81%. Il top dallo scorso novembre.

Il ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni Tria, in giornata si incontrerà con il vicepremier e ministro dell’interno, Matteo Salvini, per provare a organizzare una risposta da inviare alla Commissione europea. In base alle indiscrezioni, il governo dovrebbe puntare su una linea cauta, per non riaprire lo scontro frontale con Bruxelles che aveva portato lo spread ben oltre i 300 punti.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Petrolio, indici e Commissione Europea: la view di Massara (Pwa)

Nomine Bce e Commissione Europea, l’impatto sui portafogli obbligazionari

Ue, nuova tirata d’orecchie al governo

NEWSLETTER
Iscriviti
X