Fisco, un tax day da 30 miliardi

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia17 giugno 2019 | 10:39

Per imprese e famiglie oggi, lunedì 17 giugno sarà il primo «tax day» dell’anno, visto che saranno chiamate a versare all’Erario una cifra di oltre 30 miliardi di euro. Come ha ricostruito nel fine settimana la Cgia di Mestre, con la scadenza odierna gli imprenditori devono pagare al fisco le ritenute Irpef dei dipendenti e dei collaboratori per circa 12 miliardi, mentre famiglie e imprese saranno chiamate a versare l’Imu/Tasi in capo alle seconde-terze case e agli immobili strumentali. Industriali, commercianti, artigiani e lavoratori autonomi, inoltre, dovranno versare l’Iva allo Stato (9,8 miliardi) e infine si dovranno corrispondere le ritenute Irpef trattenute sui compensi dei lavoratori autonomi.

Purtroppo non saranno pochi gli imprenditori che avranno difficoltà a recuperare le risorse economiche per onorare gli impegni fiscali. Inoltre come ha sottolineato Paolo Zabeo, coordinatore dell’Ufficio studi della Cgia, “oltre ad avere una pressione fiscale tra le più elevate d’Europa, in Italia è estremamente difficile anche pagare le tasse a causa della complessità e la farraginosità del nostro sistema tributario spesso mette in seria difficoltà perfino gli addetti ai lavori, come i commercialisti, le associazioni di categoria e di conseguenza anche gli imprenditori.”

 


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Investimenti, l’assenza di una spinta

L’entità della recente rivalutazione delle azioni e del restringimento degli spread nei merca ...

Inps, allarme pensioni

Pensioni, l’allarme dell’Inps: nel 2039 la spesa raddoppierà Nei prossimi 20 anni la spesa è d ...

Dal voto bruciati 200 miliardi degli italiani

C'è chi ha provato a calcolare quanto sia costata l’incertezza politico-finanziaria che si è ins ...