Mps, boom del bond

A
A
A
Alessandro Borghini di Alessandro Borghini 5 Luglio 2019 | 10:47

Una vera e propria boccata d’ossigeno. E’ quella offerta dal mercato obbligazionario a Mps, che nella giornata di ieri ha emesso il primo bond senior unsecured dopo il salvataggio di Stato del 2017, dopo che l’ultima emissione di questo genere risaliva al 2014.

Come riporta MF il titolo a tre anni da 500 milioni ha raccolto ordini per 1,1 miliardi da parte di circa 100 investitori, mentre il rendimento finale è stato il 4% rispetto alle prime indicazioni che si attestavano a 4,25/4,375%. Il titolo è stato distribuito a diverse tipologie di investitori istituzionali quali asset manager (60,5%), fondi hedge (23,8%), banche (14,3%) e altri investitori (1,4%), mentre in termini geografici è andato principalmente nel Regno Unito (37,6%), in Italia (31,7%), Francia, Lussemburgo e Svizzera (13,7%) e ad altri paesi (17%). A Morgan Stanley è stato affidato il ruolo di bookrunner, con Mps Capital Services come co-manager dell’operazione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: un’oasi per i cercatori di rendimento

Asset allocation: i sei argomenti più seguiti sul mercato obbligazionario

Asset allocation: c’è sempre spazio per i bond

NEWSLETTER
Iscriviti
X