Italia, boom del crowdinvesting

A
A
A
Avatar di Redazione18 luglio 2019 | 10:57

Agli italiani piace sempre di più il crowdinvesting, sia sottoforma di “equity crowdfunding”, vale a dire la sottoscrizione di capitali di rischio, sia in forma di “social lending”, ovvero il finanziamento di aziende o progetti tramite prestiti generalmente non garantiti. Stando al 4° Report italiano sul Crowdinvesting, presentato giovedì mattina dal Politecnico di Milano e anticipato dal Sole 24Ore, i volumi nell’ultimo anno sono pressoché raddoppiati, con una raccolta di 49 milioni nell’equity e di 207 milioni nel social lending, che porta il valore complessivo del mercato rispettivamente a 82,3 e 435,6 milioni. Numeri tuttavia ancora lontani rispetto ai principali Paesi europei, se pensiamo che il mercato britannico valeva nel 2017 4,8 milioni di sterline, la Germania 543 milioni di euro e la Francia 496 milioni.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Crowdinvensting, i dati aggiornati sul fenomeno in Italia

Ti può anche interessare

Derivati, la Brexit non sgancia la bomba

L'Esma è intervenuta per sbrogliare la matassa ...

Gestori in vetrina – Raiffeisen Capital Management

Gli asset manager si confrontano con il 2019 e con i temi forti del mercato. Donato Giannico, countr ...

Piazza Affari, piazza dei padroni

Il padrone più ingombrante è lo Stato, che comanda 23 società quotate che per dimensioni rapprese ...