Btp, rendimenti ai minimi

A
A
A
Avatar di Redazione19 luglio 2019 | 14:48

I rendimenti dei Btp decennali sono ai minimi da ottobre 2016, all’1,55% contro il 2,74% toccato il 31 maggio scorso. E lo stesso ribasso, nell’ultimo mese e mezzo, ha caratterizzato tutte le altre scadenze dei titoli di Stato italiani. E’ la logica conseguenza del crollo dello spread, che ha toccato giovedì il nuovo minimo dal 22 maggio 2018 a 186 punti base. Un ridimensionamento dovuto innanzi tutto, come evidenzia Il Sole 24Ore, dalla riduzione del rischio Italexit, dopo il compromesso raggiunto dal governo con Bruxelles per evitare la procedura d’infrazione. Nonostante la riduzione dei tassi d’interesse su Bot e Btp (oggi sono negativi quelli sui titoli fino alla scadenza biennale), l’Italia resta comunque il Paese dell’Eurozona – Grecia esclusa – che paga i rendimenti più elevati: per i Btp decennali paghiamo 1,14 punti più della Spagna e 1,08 punti più del Portogallo.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Abusivismo finanziario: la guerra dei cloni

Trentotto interventi di vigilanza, di cui trentasei provvedimenti di contrasto all’attività a ...

Borse, rimbalzo Usa ma il 2018 è magro

Mercati in difficoltà ...

Riparte la corsa dello spread

Liberazione sì, ma di certo non dai timori dello spread. Lo scorso 25 aprile il differenziale in gi ...