Il Dragone si mangia gli Usa

A
A
A
Avatar di Redazione23 luglio 2019 | 10:17

Cina batte Stati Uniti 129 a 121. Per la prima volta nella storia, nella classifica globale delle cinquecento maggiori aziende per fatturato stilata dalla rivista Fortune, le società cinesi primeggiano su quelle a stelle strisce. Il sorpasso si è quindi consumato nel 2019, ed è il risultato dell’ascesa irresistibile degli ultimi decenni che ha riguardato l’economia del Dragone. Basti pensare che nella stessa classifica, solo dieci anni fa, le imprese cinesi presenti erano solo 43. E vent’anni fa appena otto.

Le aziende cinesi più grandi hanno generato complessivamente un fatturato di 32.700 miliardi di dollari e 2,15 miliardi di profitti, per un totale di persone occupate di 69,3 milioni. Dando uno sguardo alla classifica nel suo complesso, si vede che a primeggiare è l’americana Walmart con 514,4 miliardi di fatturato, mentre al secondo posto c’è la compagnia petrolifera cinese Sinopec con 414,6 e, infine, chiude il podio il gruppo olandese Royal Dutch Shell con oltre 396 miliardi.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bnp e Deutsche Bank cavalcano il Dragone

Dazi, è guerra senza sosta

Cina, dazi per 75 miliardi sui prodotti USA. Borse in calo

Dazi, la Cina risponde svalutando lo yuan

Copa America dei mercati, il Cile è una squadra su cui puntare

Trump, accordo a breve con la Cina

Cina, la regina dei mercati emergenti

Borse in affanno, Trump rompe con la Cina

Le nuove prospettive del consumatore cinese secondo Bnp Paribas AM

Usa-Cina: tensione sul filo di lana

Cina, il Dragone ha il fiato corto

Investimenti, il Dragone ci vede lungo

Dazi, trattativa per la pace tra Usa e Cina

MSIM: il peso della Cina sulla crescita globale

Ubs non ha paura dello yuan

Tasso fisso sulle ali del Dragone

Record di guadagni per la donna più ricca di Cina

Private banking, chi comanda nel mercato cinese

La Cina vieta le Ico, crollano le quotazioni di Bitcoin ed Ethereum

Gam, in Cina, è il momento di guardare alle banche e all’old economy

Rimosso Yao Gang, il re delle Ipo cinesi: era corrotto

Cina, prima condanna per manipolazione dei mercati tramite lo speed trading

Cina: crescono i ricchi, ma meno che in passato

Paperoni con gli occhi a mandorla

La Cina standardizza i BigData

Il mobile banking dilaga nella Cina rurale

La “lunga marcia” di China Rapid Finance

JD Finance pronta a camminare da sola

Non si ferma la crescita di Credit China

Nuovo crollo del Bitcoin: la colpa è ancora della Cina

“Un sospeso” da Starbucks con WeChat

Ethenea: il dollaro forte pesa sulla Cina

Fidelity: Cina, cosa porterà l’anno del Gallo

Ti può anche interessare

ConsulenTia19, segui la diretta Twitter

E’ iniziata a Bologna l’edizione autunnale di  ConsulenTia19, la manifestazione organiz ...

Global Wealth 2019: stiamo diventando più ricchi

Il Credit Suisse Research Institute pubblica la decima edizione del Global Wealth Report, che costit ...

Manovra, Conte prova a convincere Juncker

Un asso nella manica? ...