Bond, Europa sottozero

A
A
A
di Hillary Di Lernia 29 Luglio 2019 | 11:58

Poche rose e fiori per l’Europa. Secondo quanto rileva Unicredit Research, quasi il 62% dei titoli di Stato dell’Eurozona mostra il segno meno di fronte al rendimento. Non solo la Germania quindi, ma anche Francia e Belgio, Austria, Paesi Bassi e Finlandia contano il segno meno per i decennali.

Ancora qualche margine per Spagna e Portogallo, mentre Italia e Grecia si mantengono decisamente più a distanza di sicurezza, così come sottolinea il Sole 24 Ore.

L’Italia si mantiene infatti su un livello inferiore rispetto ai dati del 30 aprile 2018 e anche il rendimento del BTp decennale che viaggia ai minimi dall’autunno del 2016 non è stato sufficiente a cancellare le pressioni causate prima dall’insediamento del governo Lega-5 Stelle, poi con il braccio duro con la Ue sul bilancio pubblico.

Inoltre l’Italia resta anche l’unico fra i Paesi presi in considerazione dalla ricerca che non è stato negli ultimi 15 mesi in grado di ridurre il rapporto debito/Pil, passato anzi nel frattempo dal 131,4% al 132,2 per cento. Questo si traduce per i nostri conti pubblici in un’incidenza sul Pil degli interessi pagati sul debito pari al 3,4%, situazione che si deve ovviamente tenere conto quando si pensa alle prospettive dei rendimenti dei titoli di Stato.

Bisogna aggiungere che la decisione di Mario Draghi di allentare ulteriormente la politica monetaria, già di per sè espansiva, non potrà che spingere altresì il fenomeno.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Obbligazioni: nuove emissioni sotto il segno del green

Etf, da Invesco un prodotto sui corporate bond Esg

Fondi, da Gam una nuova strategia obbligazionaria

NEWSLETTER
Iscriviti
X