Ubi, sale la raccolta diretta bancaria

A
A
A
Avatar di Redazione 2 Agosto 2019 | 14:42

Come riporta l’agenzia Teleborsa, nel primo semestre 2019 UBI ha registrato un utile al netto delle poste non ricorrenti pari a 183,4 milioni, inferiore ai 222,1 milioni del primo semestre 2018, “per effetto dell’inclusione dell’impatto negativo di 75 milioni netti derivanti dalla cessione di 900 milioni lordi di sofferenze”.

Allo stesso modo, l’utile contabile si è attestato a 130,9 milioni rispetto ai 208,9 milioni dello stesso periodo di un anno fa, “per effetto sia della cessione di cui sopra (-75 milioni) che degli oneri legati all’accordo sindacale del marzo 2019 (-42,6 milioni)”.

Grazie alla sostanziale stabilità dei proventi operativi a 1.829 milioni (-0,6% vs 1.840,6 milioni nel 1 semestre 2018) e alla significativa riduzione degli oneri operativi, scesi del 2,6% a 1.192,2 milioni (1.224,4 milioni nel 1 semestre 2018), il primo semestre dell’anno ha registrato un risultato della gestione operativa in crescita del 3,3% a 636,8 milioni.

Il margine d’interesse ha mostrato buona resilienza, attestandosi a 886,2 milioni nonostante la riduzione dei volumi di impiego, grazie all’efficacia della politica di salvaguardia degli spread.

Per quanto riguarda l’evoluzione dei crediti deteriorati: lo stock di crediti deteriorati totali lordi si è attestato a 9.002,8 milioni, in diminuzione del 7,3% (o 713,9 milioni di cui 157 circa relativi all’operazione di cessione di posizioni in sofferenza UBI Factor) rispetto al 31 dicembre 2018. La significativa riduzione rilevata nei crediti deteriorati lordi “è dovuta nel semestre all’effetto combinato di un default rate in contrazione anno su anno, e di un tasso di recupero che si conferma elevato (e in accelerazione sulle sofferenze”.

Il ratio di crediti deteriorati lordi scende quindi sotto al 10%, in anticipo rispetto alle previsioni, attestandosi al 9,97% e, al 9,23% pro-forma per le cessioni di sofferenze del settore leasing già annunciate, rispetto al 10,42% registrato a fine 2018. In termini netti, gli stock di crediti deteriorati sono scesi a 5.312,2 milioni rispetto ai 5.976 del dicembre 2018, con una contrazione dell’11,1% (o 663,7 milioni). L’incidenza dei crediti deteriorati netti sul totale dei crediti netti, passa al 6,17% (sempre condizionata dalla decrescita
degli impieghi netti a denominatore), dal 6,72% del 31.12.2018.

Al 30 giugno 2019, la raccolta diretta bancaria del Gruppo ammonta a 94,8 miliardi, in crescita rispetto ai 92,6 dell’1.1.2019.

Sempre a fine giugno 2019, il CET1 Ratio di Gruppo si attesta al 12% fully loaded rispetto all’11,47% di fine marzo 2019.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

IWBank PI, maxi reclutamento da Deutsche Bank

IWBank, con il “no” a Intesa un futuro da protagonista

IWBank, che tripletta per il Centro-Sud

Intesa-Ubi, Consob dà luce verde all’operazione

Ubi Banca ha una freccia verde in più

Banca Generali, Lenti saluta IWBank e diventa responsabile dei cf

Ubi Banca e IWBank cambiano casa

IWBank, la pillola video della convention online

IWBank, scene da una (un)convention

IWBank, si festeggia la rete con la nuova convention online

Banche e reti, quali svettano tra le stelle digitali d’Italia

Intesa-Ubi, adesso l’Ops finisce in tribunale

Intesa-Ubi, ci si rivede a settembre

Ubi, la banca non si arrende all’acquisizione

Intesa-Ubi, richiesta la sospensione dell’ops alla Consob

Intesa-Ubi, si accende il faro dell’Antitrust

IWBank PI, al Coronavirus si risponde con utile e raccolta

Reti, dopo il Covid-19: IWBank PI, il trigger per il cambiamento

IWBank, un webinar per i clienti sulla finanza comportamentale

Intesa Sanpaolo, avanti tutta sull’ops per UBI Banca

IWBank PI, tripletta di ingressi su Roma e colpo nella formazione

Intesa-Ubi, che salasso dopo il Coronavirus

Ubi, il piano Marshall da 10 miliardi

IWBank PI, a segno un colpaccio da Deutsche Bank

Coronavirus, da IWBank soldi e coperture per i consulenti

Coronavirus e banche, il dividendo non si tocca (per ora)

IWBank PI cala la tripla al centro-nord

Coronavirus, 5 milioni di aiuti da Ubi

Intesa-Ubi, cosa cambia dopo il coronavirus

Polizze, Antitrust sanziona le principali banche italiane

IWBank, colpo grosso in Widiba

Coronavirus, la moratoria di Ubi Banca

IWBank PI, tripletta di ingressi in Toscana

Ti può anche interessare

Crescita economica, fine dei giochi o segnali di stabilizzazione?

Forse non tutto è perduto. Sebbene il momentum economico abbia registrato una battuta d’arresto ...

Oro, Ubs vede lo sprint a 1.600 dollari

Secondo Ubs per l’oro è iniziata una vera e propria fase toro. E come dargli torto: ad oggi i ...

Brexit, doppia bordata a Johnson

E’ una sconfitta su tutti i fronti quella incassata ieri dal premier britannico Boris Johnson. ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X