Allarme di S&P: aumenta il rischio di recessione negli Usa

A
A
A
Avatar di Redazione16 agosto 2019 | 12:20

Secondo l’agenzia Standard and Poor’s, c’è una possibilità su tre che l’economia americana entri in recessione nel 2020. Alla base della decisione di S&P di riconsiderare le proprie posizioni rispetto a quanto previsto a maggio vi è una maggiore incertezza commerciale che minaccia sempre di più la crescita economica. 

“Su 10 importanti indicatori della crescita economica degli Stati Uniti a breve termine, 3 indicatori rimangono positivi, 4 neutrali e 3 negativi”, scrive l’agenzia statunitense. Un contesto economico tale che, per S&P, qualsiasi tipo di accordo tra gli Stati Uniti e la Cina che faciliti l’imprevedibilità aiuterebbe a prevenire il ritardo degli investimenti delle imprese.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Pil, le grandi banche sono pessimiste

Unicredit e Barclays prevedono un anno in salita per l'economia italiana ...

InfoCamere, un 2018 in crescita

Via   libera   dall’Assemblea   degli   azionisti   di   InfoCamere   al bilanci ...

Manovra, Draghi bacchetta Tria: taglia il debito

Appello del presidente della Banca Centrale Europea durante la riunione dell’Eurogruppo ...