Banche, è crollo dei prestiti

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia23 agosto 2019 | 11:22

Una sforbiciata da 45 miliardi di euro. Questo l’effetto causato dall’aumento di garanzie richieste alle imprese da parte delle banche per ottenere prestiti.

Secondo uno studio condotto dal sindacato Fabi (Federazione autonoma bancari italiani), in un anno la riduzione dei prestiti è stata del 6,37% con 658 miliardi a giugno scorso rispetto ai 703 miliardi riferiti allo stesso periodo del 2018.

Una contrazione dovuta in particolar modo alla progressiva “crescita delle garanzie” e inoltre l’11% delle imprese italiane ha dichiarato di non essere interessato alle richieste di credito a causa di un sentimento di scoraggiamento che sta prevalendo nell’ultimo periodo.

Altri fattori riguardano le cartolarizzazioni di prestiti in corso ( in un anno sono state registrate attività di cartolarizzazioni per 16,3 miliardi) e lo smaltimento delle sofferenze.

Come sottolinea Lando Maria Siloni, segretario generale della Fabi, talvolta per un prestito si arriva a pretendere garanzie  fino a cinque volte superiori l’importo richiesto e raramente vengono finanziate le idee degli imprenditori, così come invece avviene nei paesi anglosassoni e negli USA.

L’Italia, come riporta una recente statistica effettuata dalla Bce, si classifica insieme alla Francia, Irlanda e Grecia come uno dei Paesi con la più alta percentuale di imprese che hanno difficoltà a richiedere finanziamenti al sistema bancario.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mediolanum, nuova avventura nel centro Italia

Fideuram e Sanpaolo Invest, è tempo di turnover nelle reti

Wealth management, ecco il master per i manager

BlackRock, sale la quota nei giganti bancari

Banche, i tassi hanno un conto salato

Consulenti, ecco la banca del 2029

Banche, cooperazione significa efficienza

Governo giallorosso, sulle banche poche parole

Banche online, grandissimi rischi

Consulenti, ecco il segreto per non mollare

Carige, resa dei conti a settembre

Banche, lo spauracchio dei tagli al personale

Banche, 11 proposte per cambiarle

Credem, utile sugli scudi e le polizze spingono

Mediolanum, dopo l’estate in arrivo novità sulla protezione dei clienti

IWBank PI, utile e raccolta da capogiro

Saxo bank e B.Generali, matrimonio d’eccellenze

Allianz Bank FA, l’evoluzione passa dalle unit linked

Banca Sistema, la forza dell’utile

Addio a Mario Incrocci, nome storico delle reti

B.Generali batte il consensus e regala masse record

Fineco, la rete si rinnova con giovani e bancari

Consulente indagato, sequestrati 4 milioni a IWBank

Tagli Unicredit, Salvini dice la sua

B.Generali-Nextam Partners, affare fatto

Bce: tassi fermi ma serve sostegno

Deutsche Bank, la ristrutturazione pesa sui conti

Banca Generali, uno sponsor a 5 stelle

Diamanti in banca, ecco il background giuridico

Fineco regina degli scambi

Bancari, il contratto deve affrontare i cambiamenti

Rendiconti Mifid 2: Banca Generali, il valore della sintesi

Widiba, la cultura finanziaria va al mare

Ti può anche interessare

Dopo gelata Ue vola lo spread

Il ministro Tria: lo spread calerà in condizioni di mercato più distese ...

Intermonte Sim: digitale quotato italiano, le opportunità per gli investitori

Quella del tech è una nuova asset class con forti prospettive di crescita anticicliche. ...

Bankitalia: è SOS sul debito pubblico

A febbraio il debito pubblico è salito a 2.363,7 miliardi di euro contro i 2.293,6 dello stesso m ...