Brexit, Johnson chiude il Parlamento fino al 14 ottobre

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia28 agosto 2019 | 16:57

Lo definiscono un golpe quello perpetrato dal premier britannico, Boris Johnson, che ha chiesto alla Regina di “sospendere l’attuale sessione del parlamento la seconda settimana di settembre prima di dare inizio alla seconda sessione con il discorso della Regina lunedì 14 ottobre” .

“Serve ad andare avanti con i piani per far progredire il Paese”, ha affermato Johnson in tv. “E’ falso, stiamo presentando nuove leggi su crimine, ospedali, istruzione. Ci sarà tutto il tempo dopo il vertice del 17 ottobre (Ue sulla Brexit) per dibattere la Brexit”.

Le critiche non si sono fatte attendere.

Sono inorridito dalla sconsideratezza del governo Johnson, che parla di sovranità e che tuttavia sta cercando di sospendere il Parlamento per evitare l’esame dei suoi piani per una spericolata Brexit senza accordo. Questo è un oltraggio e una minaccia per la nostra democrazia“: lo ha detto il leader laburista Jeremy Corbin.

“… Si tratta di un oltraggio costituzionale. Non importa come la si presenta, è ovvio che il fine sarebbe quello di impedire al parlamento di dibattere la Brexit e fare il proprio dovere nel modellare la strada per il Paese… chiudere il parlamento sarebbe un’offesa al processo democratico e ai diritti dei deputati”, ha commentato lo speaker della Camera dei Comuni britannica John Bercow.

La notizia ha avuto subito un ricasco dei mercati con un brusco scivolone al ribasso per la sterlina che è arrivata a perdere l’1% contro il dollaro e contro l’euro.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Brexit, mazzata su Johnson: “Lo stop del Parlamento è illegale”

Hard Brexit, una mazzata per il Regno Unito

Brexit: dopo essere stata spavalda Theresa May deve usare toni più concilianti con la Ue

Ti può anche interessare

Consob, Nori è il nuovo dg

La Commissione ha nominato ieri il dott. Mauro Nori nuovo Direttore Generale della Consob. Laureato ...

Borsa, la fiducia delle aziende tedesche traina Piazza Affari

L’indice Ifo sulla fiducia delle aziende in Germania è calato a 99,6 punti a marzo, ma è un ...

Rimborsi ai risparmiatori: alla fine ha vinto Tria

La linea di Tria batte tutti. Durante il vertice di Palazzo Chigi con il presidente del Consiglio G ...