Fed a tutta liquidità

A
A
A
di Hillary Di Lernia 20 Settembre 2019 | 11:25

Iniezioni di liquidità per il terzo giorno consecutivo da parte della Fed, che ha effettuato una nuova asta di pronti contro termine immettendo 75 miliardi di dollari di liquidità in cambio di obbligazioni per 55,8 miliardi di dollari di Treasury e per la restante parte bond garantiti da mutui.

L’operazione ha calmato i mercati e ha ridotto il tasso che gli istituti di credito dovevano pagare per operazioni di pronti contro termine o repo. La nuova mossa della Fed ieri ha spinto al rialzo il rendimento del T-Bond decennale all’1,787% dall’1,777% della vigilia.

Ora la questione è per quanto tempo la Fed dovrà ricorrere a queste iniezioni di liquidità per riportare la calma sul mercato monetario.

Il governatore Jerome Powell aveva già spiegato che la Federal Reserve potrebbe effettuare altre operazioni di questo tipo e che il recente aumento del tasso di riferimento usato nel mercato monetario “non sta avendo ripercussioni sull’economia o sull’outlook economico, e nemmeno sulla capacità di controllare i tassi”.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: la Fed conta più della variante Omicron

Investimenti, tapering e tassi: appuntamento con la Fed il 14 dicembre

Mercati, dopo Omicron, un altro colpo a Wall Street dalla Fed

NEWSLETTER
Iscriviti
X