Pir, un 2019 indigesto

A
A
A
di Stefano Fossati 24 Settembre 2019 | 12:23

E’ un vero e proprio tracollo, quello registrato dai Piani Individuali di Risparmio nel 2019. La nuova normativa sui Pir ha reso questo strumento meno attrattivo per gli investitori, al punto che Equita ha rivisto al ribasso le stime di raccolta sul suo monitor Pir del 2019 da zero a -700 milioni, come spiega al Sole 24 Ore Luigi De Bellis, co-responsabile ufficio studi dell’investment bank milanese.

Secondo Assogestioni, nel secondo trimestre la raccolta netta dei fondi Pir è stata negativa per 348,3 milioni, rispetto ai -2,2 milioni del primo trimestre 2019, con le masse totali passate da 18,8 a 18,5 miliardi di euro. Sempre il Sole 24 Ore sottolinea peraltro come, su sei Etf classificati come Pir compliant, per tre sia stata annunciata la liquidazione mentre due hanno un patrimonio che non va oltre i 10 milioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Arrivano i Pir “col paracadute”

Pir, una flop story di successo

Nuovi Pir per indirizzare risparmio privato verso economia reale

NEWSLETTER
Iscriviti
X