La sciabolata – Il rumore di Greta

A
A
A

La rubrica a cura di Alessandro Borghini. Domande e riflessioni, in punta di penna.

Alessandro Borghini di Alessandro Borghini27 settembre 2019 | 16:25

Si sente tanto parlare di cambiamento climatico. Se ne discute sui tg e ora anche nel mondo degli investimenti, come trend da considerare per ottimizzare l’asset allocation.

Partiamo da un fatto inequivocabile: oggi il clima è drasticamente cambiato. Ma c’è una domanda che mi preme la testa: come mai ci svegliamo solo ora a discutere di ciò?

Serviva davvero Greta per risvegliare la coscienza comune su un tema cosi complesso e delicato?
O forse c’è qualcosa che non si vuole fare sapere?

Il problema del cambiamento climatico, signori miei, è un problema che ci portiamo avanti dalla fine degli anni 50, con l’intensificarsi dell’industrializzazione e della globalizzazione.

Perché fino ad adesso è stato fatto poco o nulla per ridurre le emissioni di Co2?

C’è chi, come sostiene Trump, è pronto a dire che il surriscaldamento globale non ci sia o che non sia rilevante. Probabilmente il punto di non ritorno non è molto distante, ora non ci resta che usare la testa per provare a fare il nostro piccolo e non inquinare di più di quello che già stiamo facendo.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Istat, la fiducia è ai minimi

Ancora aria di bufera per l'economia italiana con la fiducia dei consumatori ai minimi di due anni e ...

Carmignac risponde sul caso del fisco francese

La nota della società sulla notizia diffusa da Le Monde ...

Carte di credito, Conte studia lo sconto per chi le usa

Premi per chi usa la carta di credito. È il piano del premier Giuseppe Conte per contrastare lR ...