ConsulenTia19, parla Bufi: “Vogliamo la giusta remunerazione per i cf”

A
A
A

AAl via oggi a Bologna la manifestazione sulla financial Advisory. Il presidente dell’Anasf parla a BLUERATING, sottolineando la necessità di sistemi di compensi “trasparenti, condivisi e capaci di riconoscere la professionalità del consulente finanziario edi rispondere sempre alle esigenze e alle istanze dei risparmiatori”

Andrea Telara di Andrea Telara1 ottobre 2019 | 18:23

“Una professione di valore”. E’ il claim che l’Anasf ha scelto per l’edizione autunnale di ConsulentIa19 che si è aperta oggi a Bologna  e si concluderà domani, 2 ottobre. “Il nostro obiettivo,” dice a BLUERATING Maurizio Bufi, presidente dell’Anasf “è richiamare l’attenzione sulle caratteristiche valoriali del nostro lavoro, partendo dalle competenze, imprescindibili per svolgere l’attività, previste dalla normativa per l’accesso alla professione e disciplinate da regolamenti per il loro mantenimento

CLICCA QUI PER SEGUIRE CONSULENTIA19 VIA TWITTER

“Ci riferiamo sia alle competenze tecniche sia a quelle relazionali” aggiunge Bufi, “ che servono per poter instaurare un rapporto fiduciario di lungo periodo con la clientela”. Tuttavia, per il presidente dell’Anasf questi elementi da soli non bastano, “in quanto vanno inseriti in una dimensione etica, cioè relativa al comportamento e all’agire umano, esaltando i requisiti di diligenza, correttezza e trasparenza”. Quindi, conoscenze, abilità professionali e fiducia rappresentano per Bufi “le componenti essenziali di una matrice valoriale che deve essere riconosciuta e sviluppata, anche e soprattutto mediante politiche e prassi di remunerazione trasparenti, condivise e capaci sia di riconoscere la professionalità del consulente finanziario sia di rispondere sempre a esigenze e istanze dei risparmiatori. Il che è particolarmente vero quando si devono affrontare e gestire situazioni in potenziale conflitto di interessi”.

Dottor Bufi, parliamo più nel dettaglio del programma di ConsulenTia, che è ricco di appuntamenti. Ci sono degli eventi che secondo lei in questa edizione avranno una particolare importanza per i partecipanti?
Certamente di particolare interesse il convegno inaugurale, con l’introduzione del professor Zamagni, un esperto in materia di valori ed etica in contesti economici e finanziari, a cui seguirà un dibattito con la presenza dell’università, della stampa specializzata e dell’autorità di mercato. Poi, il seminario che tratta l’argomento dal punto di vista del contributo che può apportare il consulente finanziario ai singoli, come alla società, e le iniziative di educazione finanziaria, che sono inserite nel Mese dell’Educazione finanziaria, promosso ed organizzata dalla Consob. Infine, gli incontri con le società sull’attualità e sugli scenari di mercato.

Il 2019 è stato tra l’altro l’anno di debutto dei Rendiconti sui costi dei prodotti previsti da Mifid2, sui quali non sono mancate le polemiche. Possiamo fare un primo bilancio?
La lunga attesa è finalmente terminata. Infatti, con l’invio della rendicontazione Mifid2 tutti gli intermediari hanno assolto, almeno formalmente, agli obblighi di trasparenza sui costi applicati ai prodotti o ai servizi, in modo analitico per tipologia. È chiaro che il compito più impegnativo è in capo al singolo professionista che ha avviato, gestito ed assistito la propria clientela, alla quale i più attrezzati e lungimiranti di noi avevano già non solo anticipato la reportistica in questione, ma anche descritto e motivato i relativi costi, che remunerano l’intera filiera degli operatori che intervengono tra produzione e distribuzione, compresi gli incentivi, dove presenti. Tuttavia, un affinamento ulteriore sarà utile per distinguere i costi sostenuti per tali strutture e la remunerazione del consulente finanziario, che cura ed intrattiene la relazione professionale.

Nei mesi scorsi l’Anasf si è molto impegnata sulla proposta di Legge relativa all’esercizio dell’attività di consulenza finanziaria sotto forma di persona giuridica. Teme che il recente cambio di maggioranza possa avere effetti negativi sull’iter della proposta di legge?
Ogni cambio di maggioranze e di assetti politici, che sfociano in nuovi incarichi governativi, comportano di ripresentare ai nuovi interlocutori i progetti, le istanze e le aspettative della nostra associazione, compresa la questione irrisolta della persona giuridica. Penso che anche questa volta la prospettiva sarà quella di nuovi accrediti presso il legislatore, magari riprendendo quello che già è stato intrapreso, perché non tutti i soggetti già coinvolti sono cambiati.

Uno dei fronti più importanti su cui è impegnata l’associazione è quello di Enasarco. Cosa si augura per le prossime elezioni dell’assemblea del 2020?
Già da alcuni mesi, abbiamo presentato la nuova coalizione, insieme agli amici di Federagenti, Fiarc e Confesercenti, che intende rafforzare la propria presenza nella Fondazione. In particolare, intendiamo lavorare per qualificare i rappresentanti dei consulenti finanziari negli organi sociali, sia nell’Assemblea dei Delegati, sia nel Consiglio di Amministrazione. I temi e le problematiche che dovremo affrontare sono molto impegnativi e sfidanti, tuttavia, dal momento che abbiamo deciso come associazione di dedicarci tempo e risorse, intendiamo perseguire l’obiettivo di una maggiore sostenibilità di bilancio e di equità nelle prestazioni.

Il suo mandato alla presidenza di Anasf giungerà il prossimo anno alla scadenza. Cosa augura al futuro dell’associazione?
Il Congresso si svolgerà a marzo 2020 ed eleggerà i nuovi dirigenti che saranno chiamati a gestire l’associazione nei prossimi quattro anni. L’augurio è di arrivare a quell’appuntamento con un sereno e costruttivo dibattito interno, che individui la migliore forma che, in base alle eventuali modifiche dello Statuto, la nostra associazione si darà per rispondere alle esigenze ed alle tutele di tutti i consulenti finanziari, in un contesto di forte cambiamento ed evoluzione della professione.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

ConsulenTia19, segui la diretta Twitter

Enasarco, serve uno sconto sui contributi

Il Congresso Nazionale Anasf ai raggi X

Anasf, ottobre è il mese dell’educazione finanziaria

ConsulenTia19, il programma completo di Bologna

Consulenza, Di Ciommo a tutto campo

Bufi (Anasf): “Consulenti, ecco il valore della professione”

Bufi (Anasf) applaude al nuovo ministro dell’Economia

Bufi (Anasf): “Oltre al Rendiconto Mifid 2 serve il consulente”

Bufi (Anasf) dice la sua sulla crisi di governo

Enasarco, la Santa Alleanza è pronta al ribaltone

Consulenti, autunno con gli Anasf day

Anasf, il nuovo presidente alle Idi di Marzo

Enasarco, un Anasf day per parlarne

Savona (Consob): Viva la consulenza “indipendente”

Anasf, firmata la nuova convenzione per la tutela legale dei cf

Mifid 2: il fine tuning coinvolge anche le polizze

Anasf: le nuove date per i corsi di alfabetizzazione finanziaria

Seminari Anasf, a giugno focus su MiFID 2 e i costi della non consulenza

Anasf-Assoreti, accordi e disaccordi

Anasf, prosegue Pianifica la Mente

Deutsche Bank FA, Bagnasco se ne va

Consulenti, CheBanca! ospita Anasf a Napoli

Cf e persona giuridica: persa una battaglia, non la guerra

Consulenti, i rischi di Mifid 2

Consulenti, persona giuridica? Anche no

Bufi: è un’Anasf pragmatica

Fecif, Franceschelli alla vicepresidenza

Consulenti in società, cosa può cambiare

Anasf, ecco il calendario completo dei nuovi seminari

Consulenti furbetti? Anasf vince e la pubblicità si cambia

Consulenti, pubblicità ma corretta

Anasf: tutti i dettagli della convenzione con Coni

Ti può anche interessare

Consulenti, sentenza storica della Cassazione

La Suprema Corte: grava sull’investitore l’onere di provare l’illiceità della condotta del co ...

Sanità USA, riflettori puntati sulle assicurazioni sanitarie

Una view a cura del Team azionario di M&G Investments sulla riforma sanitaria in USA proposta da ...

Truffa diamanti: Mps, 195.000 euro di sequestro preventivo

La nota vicenda della vendita dei diamanti alla clientela di Mps ha avuto uno sviluppo: il Gip di Mi ...