Dazi, gli Usa trattano la revoca su 112 miliardi di merci cinesi

A
A
A
Avatar di Stefano Fossati6 novembre 2019 | 12:18

Stati Uniti e Cina trattano una tregua nella guerra dei dazi: stando al Financial Times, che cita fonti vicine alla trattativa, Washington potrebbe rimuovere la tassazione del 15% imposta lo scorso primo settembre su circa 112 miliardi di beni cinesi importati tra cui abbigliamento, elettrodomestici e monitor a schermo piatto, proprio su richiesta di Pechino. Una concessione che seguirebbe l’accordo parziale che di fatto già questo mese ha bloccato l’escalation dello scontro commerciale fra i due Paesi. In cambio, la Cina sarebbe disposta a fare concessioni sulla protezione della proprietà intellettuale per le società statunitensi e a fornire garanzie sull’entità degli acquisti di prodotti agricoli statunitensi.

L’intesa dovrebbe essere siglata nelle prossime settimane tra Donald Trump e Xi Jinping, nonostante la cancellazione del previsto vertice Apec in Cile che avrebbe dovuto ospitare la firma del patto fra i due leader. Martedì il presidente cinese, all’inaugurazione del China International Import Expo di Shanghai ha usato toni distensivi: “Dobbiamo abbattere i muri, non erigerli”, ha detto, mentre i mercati festeggiavano con un rally in Europa e rialzi record a Wall Street, e lo yuan si rafforzava scendendo, per la prima volta dai primi di agosto, sotto quota sette sul dollaro.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Dazi, l’Italia chiede la grazia

Brexit e guerra dei dazi frenano i mercati

Dazi, mazzata al made in Italy

Ti può anche interessare

Il crollo verticale del bitcoin, -30% in una settimana

Sette giorni fa il bitcoin veleggiava tranquillo attorno a 6.400, livello sul quale si era stabilizz ...

Mini-Bot, la Lega non molla

La discussione sui mini-Bot non sembra arrestarsi. La Lega infatti continua a sostenere che i titoli ...

Oggi su BLUERATING NEWS: truffa diamanti, gli errori di Buffett

Tutte le notizie e i protagonisti della giornata ...