Consulenti finanziari, tutti gli obiettivi del Banco Desio

A
A
A
Francesca Vercesi di Francesca Vercesi 24 Dicembre 2019 | 10:36
Parla Roberto Moretti responsabile della direzione private banking e cf : “Puntiamo sulla sinergia tra banca e rete”

Banco Desio prosegue con l’ampliamento della rete di consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede. Negli ultimi mesi sono entrati a far parte della struttura cinque professionisti: Nella rete sono entrati Filippo Schiattelli a Città di Castello, Armando Barco a Casale Monferrato, Franco D’Amico a Terni, Cristina Lombardi a Voghera. Ne parliamo con Roberto Moretti (nella foto), responsabile della direzione private banking e consulenti finanziari del Banco Desio.

Come procede la sinergia tra banca tradizionale e rete di consulenza?
Il riscontro che abbiamo sul territorio conferma come l’integrazione con la banca tradizionale, con tutte le sinergie e efficienze che possono derivarne, viene molto apprezzata dai professionisti che incontriamo ogni giorno. Poter disporre dell’intero catalogo di prodotti e di servizi della banca rappresenta un valore per i consulenti che, grazie agli specialisti di settore presenti nelle filiali, possono garantire soluzioni qualificate e tempestive alla propria clientela.

Scendendo nel dettaglio?

Nella gestione dei risparmi, i consulenti finanziari possono contare su accordi diretti con oltre 20 case di investimento nazionali e internazionali in totale assenza di conflitti di interesse e su un servizio di gestioni patrimoniali completo direttamente realizzato da un qualificato team interno. I cambiamenti socio demografici e di mercato hanno acceso il faro anche sulla necessità di protezione del patrimonio accumulato e su uno degli asset più importanti da tutelare: la continuità di reddito familiare; in questo contesto i consulenti possono disporre dell’intera gamma di coperture assicurative del gruppo Helvetia, compagnia svizzera leader nel ramo vita e danni.

Su cosa d’altro può contare il consulente in Banco Desio?

 

Può contare sull’intero mondo dei finanziamenti tradizionali o sostenuti da leggi speciali, sui prestiti personali,
il servizio di cessione del quinto. E ora anche su leasing e factoring (anche pro soluto), tutti servizi realizzati direttamente con proprie divisioni interne. I clienti con esigenze più complesse, spesso legate a eventi particolari del loro life cycle (acquisto
o vendita dell’azienda, trasmissione dei patrimoni), vengono invece assistiti attraverso collaborazioni con strutture esterne che fanno della specializzazione la loro caratteristica principale in stile family office. La possibilità di accedere a un universo di prodotti e servizi così ampio mette il consulente che sceglie il Banco nella condizione migliore
per proporsi come un interlocutore completo in grado di rispondere a ogni esigenza, sia attuale sia futura, del cliente e del suo nucleo familiare sia per la sfera personale sia aziendale.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Intesa Sanpaolo, il mutuo si tinge di verde

Intesa Sanpaolo ha messo a punto un’offerta di finanziamenti “green” ovvero mutui e prestiti p ...

La gufata del venerdì: se mi dazi, ti cancello (dalla Borsa)

Non bastavano le tensioni per la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, i dazi e i contro dazi. ...

Azionario, i mercati si preparano a vivere sull’altalena

Azionario, si prospetta un 2020 altalenante Articolo di Alexander Roose, Head of International and S ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X