Fed, scure anti Coronavirus di Powell sui tassi

A
A
A
Avatar di Redazione 4 Marzo 2020 | 08:37

Mossa a sorpresa della Federal Reserve che taglia i tassi d’interesse Usa, portandoli tra l’1 e l’1,25%. Alla base della decisione del banchiere centrale, Jerome Powell, ci sono i timori per gli effetti che l’emergenza globale da Coronavirus potrebbe riversare sull’economia americana. “Alla luce di questi rischi”, ha detto lo stesso Powell nel motivare la decisione, “abbiamo deciso di abbassare i tassi di mezzo punto”. Solo parzialmente accontentato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che nelle ore antecedenti la decisione della Fed era tornato ad accusare Powell di essere troppo severo nella gestione della politica monetaria. E dopo la notizia del taglio dei tassi di mezzo punto ha commentato dicendo che la misura comunque “non basta”.

Powell, dal canto suo, ha detto che l’economia americana resta solida, ma comunque le ultime notizie riguardanti la diffusione dell’epidemia hanno contribuito a renderne l’outlook più incerto. Ora si attendono eventuali misure delle altre banche centrali. Fermo restando che, almeno per quanto riguarda la Bce, i margini di manovra sono ormai alquanto risicati.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: Bitcoin sempre più simile all’oro. Parola della Fed

Mercati, Wall Street col fiatone alla prova delle trimestrali

Mercati, la Fed sacrifica la Borsa per cercare di salvare il dollaro

NEWSLETTER
Iscriviti
X