Hype e Conio, nel segno del bitcoin

A
A
A
Avatar di Redazione 19 Marzo 2020 | 16:00

HYPE ha recentemente presentato HYPE BITCOIN: servizio di compravendita di Bitcoin offerto come wallet totalmente integrato nel conto del cliente, che dà la totale custodia, e quindi reale proprietà, della valuta.

Il servizio è realizzato grazie all’integrazione dell’innovativa tecnologia di CONIO, fintech italiana che per prima in Italia ha sviluppato un portafoglio Bitcoin accessibile e gestibile tramite una mobile app.

Da un’indagine condotta da HYPE su un campione rappresentativo della propria base utenti, è emerso che tra i servizi desiderati dai clienti, ben il 13,5% ha indicato la possibilità di acquistare e scambiare criptovalute. La giovane tech company ha colto la richiesta della propria Community di utenti e l’ha tradotta in un servizio che soddisfa la domanda.

Normalmente per essere effettiva sulla blockchain, una transazione deve essere autorizzata da una o più chiavi, generalmente in possesso dell’utente o dell’exchange, o wallet su cui si ordina l’operazione. Il limite di questo sistema è che, in caso di smarrimento, furto del dispositivo in cui viene generata la chiave dell’utente, morte del titolare o di qualsiasi altro fatto che gli impedisca di utilizzarla, i Bitcoin in suo possesso non sono più recuperabili.  Il  sistema a tre chiavi della tecnologia integrata consente al cliente di HYPE Bitcoin di detenere realmente la custodia, e quindi la proprietà della valuta, garantendo la sicurezza contro attacchi hacker, furti d’identità o smarrimento. Il cliente ha il controllo della propria chiave privata e né Conio né HYPE possono movimentare in autonomia per suo conto il Bitcoin.  La prima chiave è ad uso esclusivo del cliente, viene generata e criptata sul dispositivo d’accesso, in modo che nessun altro possa utilizzarla, la seconda viene conservata da Conio e creata unicamente per ogni singolo account per completare le transazioni ad esso associate. La terza chiave è quella che consente all’utente di recuperare l’accesso al suo portafoglio in caso di perdita delle credenziali ed è custodita da HYPE in un archivio protetto e non connesso alla rete.

HYPE BITCOIN viene lanciato in versione beta su un numero selezionato di clienti, il roll out del servizio per tutta la base clienti è previsto entro fine marzo 2020.

Antonio Valitutti, General Manager di HYPE, commenta: “Il mercato delle criptovalute e dei Bitcoin in particolare, continua a destare interesse specialmente tra il pubblico che costituisce la nostra customer base, per definizione giovane e smart e che, sempre di più, si aspetta di poter accedere a questo mondo attraverso lo strumento che quotidianamente usano per gestire il denaro. Abbiamo quindi risposto alla specifica richiesta andando anche oltre, ossia risolvendo le complessità che ancora oggi sono proprie dei più noti exchange internazionali. Abbiamo identificato nella tecnologia e nell’esperienza di Conio la via per offrire non solo la possibilità di compravendita di Bitcoin in modo estremamente semplice e immediato ma, soprattutto, l’opportunità di offrire ai nostri clienti la totale custodia e quindi reale proprietà della valuta, grazie a un sofisticato sistema di sicurezza a tre chiavi. Ciò di cui il nostro team è maggiormente soddisfatto è che HYPE Bitcoin sia una proposta che si sposa perfettamente sia con la curiosità di chi vuole avvicinarsi e sperimentare l’accesso al mondo della più diffusa e nota criptovaluta, sia con le esigenze di un pubblico più professionale”.

Christian Miccoli, co-founder e CEO di Conio, commentando la partnership sottolinea il valore che questa può rappresentare per l’intero sistema bancario: “La nostra mission è offrire una soluzione sicura, semplice ed efficiente per consentire a tutti un facile accesso al mondo del Bitcoin. La soluzione offerta da HYPE permette di ottenere Bitcoin con un solo clic. Chiunque abbia un conto su HYPE, può comprare appena decide di farlo: non serve caricare altri documenti né attendere come capita solitamente sulle piattaforme che offrono criptovalute. Questo è il primo vero passo verso l’adozione di massa. HYPE è la prima challenger bank dell’Unione Europea ad offrire Bitcoin ai propri clienti attraverso un tipo di integrazione così profonda da consentire di aprire in nel conto HYPE un vero e proprio wallet in cui custodire la criptovaluta: per questo ci tengo a complimentarmi con il management di HYPE per la visione strategica che ha dimostrato e per aver interpretato in modo innovativo il ruolo della banca nel nuovo millennio”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

BFC Media, crescono ricavi e utile

Il Consiglio di Amministrazione di BLUE FINANCIAL COMMUNICATION S.p.A. (BFC:IM), di seguito BFC Med ...

Coronavirus, Doris sfida l’orso

L’a.d. di Banca Mediolanum investe 446mila euro per 80mila azioni dell’istituto. E dopo Pirovano ...

Bond e mercati, la difficile ricerca del valore sui mercati emergenti

Con la graduale ripresa dell’economia globale, le prospettive di crescita nei Mercati Emergenti st ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X