Coronavirus, l’ottimismo di Doris

A
A
A
Andrea Giacobino di Andrea Giacobino 12 Aprile 2020 | 12:40
Lettera del presidente di Banca Mediolanum: “ci sarà la ripresa. E gli investitori approfittino dei periodi di flessione, entrando nei mercati in modo diversificato e graduale”.

Ennio Doris (nella foto) presidente di Banca Mediolanum, nel giorno di Pasqua manda un messaggio di speranza attraverso una lettera pubblicata su 52 quotidiani italiani. “Sono – dice Doris – però più fiducioso rispetto ad altri crolli economici del passato. Perché? Anzitutto perché questa crisi è innescata da un fattore totalmente estraneo all’economia mondiale che non si è cioè formata da sola, per cause a sé intrinseche, come solitamente avviene. Come nel 1973/74 a causa del brusco aumento del prezzo del petrolio piuttosto che nel 2008 a seguito del fallimento della banca Lehman Brothers”.

“Stavolta – prosegue Doris – la causa scatenante è questa tremenda emergenza sanitaria che ha obbligato a bloccare le economie nazionali con decisioni prese a tavolino per salvaguardare, come giusto che sia, la salute pubblica. Prima in Cina, poi in altri stati tra cui il nostro Paese”. “Sono convinto – aggiunge – che appena vi saranno le condizioni opportune, le stesse economie si sbloccheranno e ci sarà una forte e veloce ricrescita. Quando? In prima battuta, quando saranno cessati i contagi. Assisteremo, poi, ad una ripresa economica più decisa quando ci sarà un farmaco antivirale… E’ molto probabile che si tratti di una questione di qualche mese. E quando ci metteremo alle spalle il Covid-19 ci sarà immediatamente un’euforia, un entusiasmo, una voglia di vivere proporzionale e commisurata alla paura che stiamo vivendo ora”.

“In questi periodi – suggerisce il presidente di Banca Mediolanum – non facciamoci sopraffare dall’emotività, dalla paura e vanificare anni di sacrifici. Cerchiamo invece di mantenere la calma e non farci sfuggire questa opportunità: infatti i mercati finanziari di tutto il mondo così come penalizzano i periodi negativi, allo stesso modo premiano poi le riprese e il progresso. Visti nel lungo termine, sono sempre in crescita, con tante oscillazioni che comunque alla fine compongono una crescita continua, seguendo il progresso umano. Da sempre consiglio di approfittare proprio dei periodi di flessione, entrando nei mercati in modo diversificato e graduale con i vari automatismi oggi disponibili. Voglio a tal fine richiamare una massima di Warren Buffett, valida per gli investimenti, come nella vita in generale: ‘Abbiate paura quando gli altri sono euforici e siate coraggiosi quando gli altri hanno paura’”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mediolanum, dove investono i clienti

Banca Mediolanum, aprile a forza 12

Bimbi in ufficio a Banca Mediolanum

Ti può anche interessare

UBP, 2020: “L’economia globale a un bivio”

L’economia globale si trova di fronte a un bivio, con le banche centrali che nel corso del 2019 si ...

Sperandeo (BlackRock): “Quattro fattori per investire”

Nuovi criteri per diversificare il portafoglio e avere un extra rendimento, secondo la view della ca ...

Mercati, viaggio in territori inesplorati

La ripartenza dell’economia è un necessità, mentre permangono i rischi di contagio. Se ne parla ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X