Index e unit, Anasf attacca

A
A
A
Andrea Giacobino di Andrea Giacobino 6 Agosto 2020 | 05:56
A rischio le remunerazioni dei consulenti. Tutte le osservazioni a Consob sulle modifiche al Regolamento Intermediari per la distribuzione di investimenti assicurativi.

S’è conclusa la consultazione che Consobha avviato sulle modifiche al Regolamento Intermediari relativamente agli obblighi di informazione e alle norme di comportamento per la distribuzione di prodotti di investimento assicurativi (polizze index e unit linked), in recepimento della direttiva (UE) 2016/97 sulla distribuzione assicurativa (IDD). Nella consultazione è intervenuta Anasf, associazione dei consulenti finanziari presieduta da Luigi Conte, attaccando con forza su alcuni punti (clicca qui per leggere la lettera di ANASF).

L’associazione ha evidenziato subito a Consob le notevoli criticità che derivano dal combinato disposto degli artt. 132, 135-ter, 135-quinquies, 135-sexies, 135-septies nei quali si stabiliscono diverse fattispecie di consulenza (consulenza gratuita, obbligatoria, su base non indipendente e su base indipendente). A tal riguardo, l’art. 121-septies, comma 2, del Codice delle Assicurazioni Private (CAP) stabilisce che «La consulenza resa nell’ambito della distribuzione assicurativa del prodotto di investimento assicurativo, quando è obbligatoria o quando è svolta su iniziativa del distributore, non deve gravare economicamente sui clienti».
La norma primaria “non prevede la gratuità della consulenza stessa, come invece menzionato dall’art. 132, comma 2, lett. b), romanino ii), punto 4. A conferma di tale evidenza, si segnala che nella parallela procedura di consultazione di IVASS, dedicata alle modifiche del Regolamento n. 40/2018, non si prevede la gratuità della consulenza in relazione alla distribuzione di IBIP. Tale discrepanza creerebbe pertanto una divergenza nell’esecuzione a livello regolamentare del disposto di cui all’art. 121-septies, comma 2, CAP, il quale rappresenta la comune base giuridica”.

“Quanto previsto dall’art. 132 – stigmatizza Anasf – pone rilevanti criticità legate alla remunerabilità del servizio di consulenza su base sia indipendente che non indipendente. I rapporti economici professionali, anche nell’ambito della distribuzione assicurativa, si basano sul principio sinallagmatico, che è un fondamentale del negozio giuridico. Stabilire che una prestazione intellettuale personale non venga più riconosciuta come parte data in un rapporto sinallagmatico costituirebbe un grave precedente, tanto più se consideriamo l’evoluzione normativa che, a partire dalla MiFID I, ha portato la consulenza da elemento accessorio a diventare un servizio di investimento”.

Anasf chiede quindi a Consob di “confermare l’interpretazione summenzionata relativamente all’ammissibilità degli incentivi (artt. 135-quinquies e 135-sexies in consultazione) in relazione alla distribuzione assicurativa, congiuntamente alla prestazione di consulenza su base non indipendente, in piena analogia alla disciplina MiFID II, prevedendo piuttosto che l’attuale remunerazione funga da limite (cap), nel quale integrare in sostituzione parziale/totale qualsiasi commissione di consulenza, in piena ottemperanza a quanto stabilito da IVASS”. L’associazione chiede inoltre di “individuare modalità di remunerazione ammissibili nel caso di prestazione di consulenza su base indipendente”.

Infine Anasf “ritiene di per sé esaustiva la consegna al cliente della sola dichiarazione di adeguatezza al fine di semplificare gli adempimenti operativi e di non ingenerare confusione nel cliente a fronte della consegna di due documenti (dichiarazione di rispondenza alle richieste e alle esigenze assicurative, da un lato, e dichiarazione di adeguatezza, dall’altro) considerando vieppiù le difficoltà insite nella comprensione, da parte dell’investitore medio, dei concetti sottostanti di mercato target nelle sue varie declinazioni (positivo, negativo e c.d. grey market)”.

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X