Gala, utile più che raddoppiato. Proposto un dividendo di 0,65 euro

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 1 Aprile 2015 | 10:45

Gala, gruppo tra i primi 10 operatori nazionali nella vendita di energia elettrica al mercato libero quotato sul mercato AIM Italia dove al momento segna un rialzo del 2,4% circa, ha archiviato l’esercizio 2014 con ricavi per 1.346,1 mln di euro in crescita dai 1.345,5 mln  del 2013, un Ebitda in aumento dell’80% a 104,2 mln di euro, un Ebit di 71,2 mln (+35%) e un utile netto più che raddoppiato a 41,1 mln. La posizione finanziaria netta è salita a 48,2 mln dai precedenti 32,4 mln. Proposto poi un dividendo di 0,65 euro per azione equivalente a un pay out ratio di 25,48% e dividend yield di 5,83% al prezzo di chiusura del 31 marzo).

Evoluzione prevedibile della Gestione Gala intende proseguire il proprio percorso di crescita e sviluppo, sia per linee interne che esterne, attraverso i seguenti obiettivi:
– Consolidamento della leadership nel settore pubblico e diversificazione del portafoglio clienti attraverso un progressivo sviluppo commerciale nel segmento business, con l’utilizzo di canali di vendita innovativi a livello nazionale e di partnership con utilities locali a forte radicamento territoriale;
– Diversificazione del business attraverso l’integrazione dell’attuale gamma di prodotti con servizi di ingegneria, efficienza energetica e facility management;
-Innovazione tecnologica finalizzata alla realizzazione e commercializzazione di tecnologie innovative per la produzione distribuita, l’accumulo e l’efficienza energetica, in particolare attraverso lo sviluppo di una piattaforma di gestione integrata del risparmio energetico e la promozione di partnership finalizzate allo sviluppo e alla sperimentazione industriale di soluzioni nell’ambito dello smart cities and communities;
– Diversificazione geografica di mercato e di canale, attraverso il processo di internazionalizzazione;
– Ingresso nel settore della produzione di componenti (celle, moduli fotovoltaici e tecnologie di accumulo), per la realizzazione e la gestione di sistemi di generazione diffusa dell’energia, perseguendo una politica di integrazione a monte della catena del valore in un’ottica di ottimizzazione delle sinergie da essa derivanti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Enel tenta un rimbalzo da supporto statico. I prossimi target

Tenaris richiude il gap aperto lo scorso marzo. I prossimi target

Piaggio al test della resistenza statica di lungo termine

NEWSLETTER
Iscriviti
X