Autogrill cresce negli aeroporti nordamericani. I prossimi target tecnici del titolo

A
A
A
di Finanza Operativa 21 Aprile 2015 | 16:30

Autogrill attraverso la controllata HMSHost si rafforza nel canale aeroportuale nordamericano aggiudicandosi quattro nuovi contratti per la gestione di complessivi 40 punti vendita negli aeroporti di Houston, negli Stati Uniti, e di Montreal, in Canada. Le due operazioni, stima il gruppo italiano, genereranno un fatturato cumulato di circa 790 milioni di dollari nel periodo di durata complessiva dei contratti. Grazie a questi accordi, il Autogrill raddoppia la presenza commerciale nello scalo di Houston e si rafforza nell’aeroporto di Montreal, in cui è il principale operatore food & beverage, consolidando la propria leadership nel canale aeroportuale nordamericano, che nel 2014 ha registrato una crescita del 3,3 per cento.

Dal punto di vista tecnico il titolo Autogrill ha recentemente beneficiato di un rimbalzo tecnico dopo aver testato in zona 8,60 euro il supporto statico di breve termine. Un movimento, quello di recupero in atto, che sarà però confermato solo dopo l’incrocio al rialzo a quota 9,07 della propria media mobile a 21 sedute, livello oltre il quale i successivi target diventerebbero 9,26 prima e 9,415 poi. Stop loss da posizionare all’eventuale violazione degli 8,60 euro.       G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

Autogrill

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Aeroporti italiani: crolla traffico, lavoratori a rischio

Viaggi, le 6 destinazioni da evitare per Pasqua

Da dove conviene volare? Se puoi scegli Orio al Serio. Ecco perché

NEWSLETTER
Iscriviti
X