Gala prova a comprare per 3,25 milioni le batterie Redox al vanadio

A
A
A
di Finanza Operativa 22 Aprile 2015 | 13:45

Gala si compra le batterie Redox al vanadio. L’offerta su Proxhima srl è di 3,25 milioni di euro da pagarsi in azioni (248.200 nuovi titoli a 13,1 euro) tramite aumento di capitale riservato da deliberare nell’Assemblea straordinaria del 15 maggio. L’utility romana ha presentato oggi un’offerta irrevocabile sul 100% delle quote di Proxhima S.r.l., produttore di batterie Redox al Vanadio (VRB) basate su un innovativo design brevettato e su tecnologia sviluppata interamente in Italia, da pagarsi integralmente in azioni. La batteria VRB è l’unica al mondo in cui l’energia è accumulata nell’elettrolita e, una volta caricata, non è soggetta ad auto scarica. Le batterie VRB si prestano perfettamente alle esigenze di accumulo stazionario di energia elettrica ed hanno una risposta molto rapida a variazioni di carico pari a 380 millisecondi per una variazione del 100%, e possono resistere a sovraccarichi del 400% della corrente nominale. Le batterie Proxhima hanno densità di potenza superiore dell’80% e di energia superiore del 50% rispetto ad altre batterie a flusso, e dimensioni di 6 volte inferiori. Esse hanno un ciclo di vita molto lungo, pari a 15.000 cicli di ricarica/scarica, decisamente superiore ai circa 5.000 cicli delle batterie al litio, migliore tecnologia disponibile oggi sul mercato. Inoltre non sono affette dai rischi tipici di altre tecnologie, quali ad esempio di scoppio nel caso del litio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Gala rileva ramo d’azienda dalla controllata Gala Tech

Gala vince due lotti alla gara Consip

Aumenti di capitale per Gala

NEWSLETTER
Iscriviti
X