Un aumento dei premi speculativi in Europa?

A
A
A
di Finanza Operativa 23 Aprile 2015 | 11:45

La Ricerca di Exane Derivatives ritiene che gli asset rischiosi europei, già considerati allo « sweet spot » grazie al miglioramento congiunturale che sostiene l’euro e al calo dei tassi sovrani, beneficiano attualmente di un nuovo driver cioè la ripresa delle operazioni di M&A. L’offerta di Royal Dutch su BG Group fornisce, infatti, spunti interessanti: il volume dell’operazione (64 md EUR) e l’elevato premio (50%) indicano una visione positiva sull’andamento del petrolio, e conseguentemente sull’economia mondiale, per i prossimi mesi!
In particolare, i nostri analisti stimano un aumento dei premi speculativi in Europa. Nonostante il volume di M&A in Europa sia in aumento, le operazioni di crescita per linee esterne sono, infatti, in ritardo nel Vecchio Continente rispetto agli Stati Uniti anche se il contesto attuale é propizio:
1.    Decoupling tra Europa e USA del ciclo degli earnings e deprezzamento dell’Euro;
2.    Basso livello di leverage delle società europee;
3.    Andamento dei tassi e della regolamentazione (in particolare nel settore immobiliare e bancario italiano) a beneficio del consolidamento settoriale.
Perché esporsi all’indice Exane M&A?
La Ricerca di Exane Derivatives ritiene che, nell’attuale contesto di mercato, vada privilegiata un’esposizione all’indice Exane M&ARI, indice dinamico gestito attivamente e composto dai migliori target potenziali di operazioni di M&A identificati dagli analisti di Exane BNP Paribas nel settore di competenza.
Tale convinzione deriva dal fatto che il principale fattore di sovra-performance di tale tema d’investimento, che diversamente dagli altri temi d’investimento non è una fonte strutturale di alpha, è rappresentato da un contesto favorevole alla creazione di premio speculativi (e non il numero di operazioni che coinvolgono le società presenti nella selezione). Un contesto, cioè, come quello presente in Europa da circa un anno !
Gli analisti ritengono, quindi, che attualmente l’indice Exane M&ARI sia lo strumento ottimale per esporsi all’aumento dei premi speculativi in Europa. A seguito dei recenti ribilanciamenti, che hanno permesso di aumentare l’esposizione a settori propizi al consolidamento e all’espansione dei premi speculativi (cioè il segmento delle banche popolari italiane e il settore immobiliare), l’indice, attualmente composto da 16 titoli, permette di beneficiare del consolidamento che dovrebbe, in particolare, interessare 4 settori:
·  Immobiliare;
·  Bancario;
· Farmaceutico;
· Software

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, da Exane due nuovi Crescendo Rendimento Memory

Certificati, da Exane un nuovo Crescendo Rendimento Memory

Exane Derivatives lancia il primo indice Esg cattolico nel fixed income

NEWSLETTER
Iscriviti
X