Fca, torna l’utile nel primo trimestre: ricavi +22%. Confermati gli obiettivi per il 2015

A
A
A
di Finanza Operativa 29 Aprile 2015 | 14:30

Fiat Chrysler Automobiles (Fca), che al momento segna a Piazza Affari un rialzo dello 0,55%, ha chiuso il primo trimestre con ricavi in aumento del 19% (+4% a parità di cambi di conversione) a 26,4 miliardi di euro e un Adjusted EBIT in crescita del 22% a 800 milioni di euro. L’indebitamento netto industriale è aumentato di 0,9 miliardi di euro attestandosi a 8,6 miliardi di euro. L’utile netto è stato pari a 92 milioni di euro, con un aumento di 265 milioni di euro rispetto alla perdita di 173 milioni di euro del primo trimestre 2014. L’indebitamento netto industriale è pari a 8,6 miliardi di euro, in crescita di 0,9 miliardi di euro rispetto al 31 dicembre 2014 per effetto del timing degli investimenti e della normale stagionalità del capitale di funzionamento. La liquidità disponibile rimane forte a 25,2 miliardi di euro. Confermati i target per l’anno in corso.

I veicoli consegnati a livello globale sono stati 1,1 milioni, in calo del 2% rispetto al primo trimestre 2014 con una forte performance in NAFTA e un mercato in calo in LATAM. Continua però il buon andamento del marchio Jeep, con le consegne a livello globale in aumento dell’11% e le vendite in crescita del 22%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Stellantis, debutto col botto per il titolo del gruppo nato dalla fusione Fca-Psa

Ftse Mib, gap da chiudere all’orizzonte

Auto, nasce Stellantis. Ma i listini sono scettici

NEWSLETTER
Iscriviti
X