Il Fib prova a rialzare la testa. Recupero però credibile solo oltre quota 22.500

A
A
A
di Finanza Operativa 7 Maggio 2015 | 17:30

Seduta all’insegna dell’alta volatilità per il Fib, il future sull’indice Ftse Mib, sceso in mattinata al di sotto della soglia tecnica e psicologica dei 22.000 punti con un minimo intrday a 21.930, salvo poi risalire nelle ultime contrattazioni della giornata fino a quota 22.450. Un movimento, quello di recupero, che potrà continuare solamente se i corsi riusciranno a confermare il superamento della resistenza statica di breve termine posta a 22.500 punti, livello oltre il quale i target successivi diventerebbero prima quota 22.770, dove al momento transita la media mobile a 50 sedute, e in seguito la soglia dei 23.000 punti, dove passa attualmente la media mobile a 21 giorni. Per contro, nell’ipotesi in cui il future dovesse nuovamente scivolare al di sotto dei 22.000 punti, per i corsi si profilerebbe una nuova correzione con target a ridosso di quota 21.750 prima e in area 21.500 poi.     G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

Fib

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: il punto settimanale su indici, valute e commodity di Sartorelli

Forex: Euro presto di nuovo sotto pressione

Mercati: Fib ancora in allungo, l’Euro Stoxx 50 il top e Dax in rincorsa

NEWSLETTER
Iscriviti
X