Trimestre da incroniciare per Brembo. I prossimi target tecnici del titolo

A
A
A
Finanza Operativa di Finanza Operativa 14 Maggio 2015 | 14:30

Brembo torna sugli scudi a Piazza Affari, dove almomento segna un rialzo del 2,5% circa, dopo aver annunciato i risultati del primo trimestre, archiviato con un fatturato in crescita del 15,1% a 514,3 mln di euro (+8,8% a parità di cambi), un Ebitda in miglioramento del 21,8% a 85,7 mln e un Ebit in rialzo del 25,1% a 59,1 mln e un utile netto salito del 27,5% a 45,8 mln di euro. L’ondebitamento finanziario netto è inoltre calato di 84,8 a 255,2 mln, rispetto al livello del primo trimestre 2014.

“Il primo trimestre 2015 è uno dei più soddisfacenti di sempre ed evidenzia un ulteriore miglioramento di fatturato e margini rispetto al 2014 – ha dichiarato Alberto Bombassei, presidente del gruppo – a livello geografico, continua il trend positivo in Nord America e nei mercati asiatici, ma è persistente anche in Europa, dove l’Italia cresce sopra la media continentale, a conferma della bontà delle decisioni e degli investimenti fatti nei recenti anni. Gli stabilimenti del Gruppo operano a pieno regime e i cantieri aperti in Nord America sono stati avviati nei tempi programmati. Al pari dell’impegno per una maggiore capacità produttiva, Brembo ha accelerato i progetti e gli investimenti a favore dell’innovazione, assumendo nuovi ingegneri e ricercatori con competenze tecniche innovative a supporto dell’evoluzione del business”.

Dal punto di vista tecnico il titolo Brembo ha oltrepassato in area 37 euro la trendline discendente di breve-medio termine incrociando poi al rialzo la media mobile a 21 sedute a quota 37,40. Un movimento che favorisce l’inizio di un uptrend dei corsi. In quest’ottica i prossimi obiettivi sono individuabili a quota 38 prima e in zona 39 euro poi. Stop loss da posizionare a 37 euro.    G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

Brembo grafico

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, per il Ftse Mib è ora cruciale la tenuta dei 24.000 punti

Fib al test del supporto di medio termine. Dax ed Euro Stoxx in stand-by

Borse internazionali: il punto tecnico settimanale

NEWSLETTER
Iscriviti
X