Svizzera, crollo del settore edile nel primo trimestre di quest’anno

A
A
A
di Finanza Operativa 3 Giugno 2015 | 15:30

Secondo l’ultimo report della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori (SSIC) il comparto dell’edilizia ha accusato nel primo trimestre del 2015 una diminuzione del 12% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno, attestandosi a 3,4 miliardi di franchi con un’evoluzione stata particolarmente sfavorevole nell’edilizia abitativa (-18,1%).

La diminuzione è dovuta al minor rilascio di permessi per la costruzione di case e appartamenti durante lo scorso anno, nonché ad una certa pressione al risparmio in alcuni cantoni che ha rallentato gli investimenti. Le ripercussioni dell’apprezzamento del franco dopo l’abbandono da parte della Banca centrale della soglia minima di cambio con l’euro non si sono invece fatte sentire (se ne percepiscono lievemente gli effetti sulle ordinazioni).

L’attività da gennaio a marzo nel 2014, che funge da riferimento, è stata tuttavia molto dinamica: ora i livelli sono pressappoco quelli del 2013, spiega la SSIC prevedendo nel contempo un’ulteriore diminuzione (ma non un crollo) delle attività nell’anno in corso.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Yen sui minimi degli ultimi 16 mesi contro euro dopo l’addio di Abe

Boris Johnson, hard Brexit e il crollo della sterlina

Facebook, i perché del crollo secondo Morningstar

NEWSLETTER
Iscriviti
X