Cresce nel mondo l’uso della divisa cinese

A
A
A
di Finanza Operativa 1 Luglio 2015 | 14:00

Un numero crescente di banche nel mondo, secondo quanto rilevato recentemente da SWIFT, effettuano pagamenti in RMB: nel mese di maggio di quest’anno 1.081 istituzioni finanziarie hanno utilizzato il RMB per i pagamenti con Cina e Hong Kong, ovvero il 35% di tutte le istituzioni finanziarie che effettuano pagamenti con questi Paesi in qualsiasi valuta. Rispetto a maggio 2013, si tratta di una crescita pari al 22% nel numero di istituzioni finanziarie, e pari al 6% nell’adozione complessiva di tale valuta.
Nel  maggio 2015, nell’area Asia-Pacifico l’utilizzo del RMB per i pagamenti ha raggiunto quota 37%, rispetto al 33% di maggio 2013. Nello stesso periodo, l’area delle Americhe ha registrato una crescita ancora maggiore, con un aumento del 10%, portando l’utilizzo del RMB al 37%; seguono l’Europa, con il 33%, e Africa e Medio Oriente, con il 28%.
“Ogni mese registriamo una forte crescita nell’utilizzo del RMB a livello globale” – commenta Michael Moon, Head of Payments di SWIFT per l’area Asia-Pacifico – “Il numero delle banche che effettua pagamenti con Cina e Hong Kong in RMB è un indicatore chiave di internazionalizzazione. Queste cifre provano inoltre che sempre più banche nel mondo potrebbero avere interesse a connettersi al China International Payment System, che la Cina lancerà entro la fine dell’anno.”
Il RMB ricopre oggi il quinto posto nella classifica delle valute più utilizzate per i pagamenti a livello mondiale, con una quota pari al 2,18% del totale dei pagamenti effettuati  (maggio 2015). Nonostante un calo di valore del 3,1% riportato da tutte le valute, il valore dei pagamenti in RMB è aumentato dell’1,99% rispetto ad aprile 2015.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti