Grexit al 50%: la view di Nn Investment

A
A
A
di Finanza Operativa 8 Luglio 2015 | 10:30

A cura di Valentijn van Nieuwenhuijzen, Head of Multi Asset & Strategy di NN Investment Partners
I greci hanno votato “No” con un margine del 61% contro il 39% del sì nel referendum di domenica; un risultato interpretato in modo diverso dal governo greco e dai creditori della nazione.
1. La reazione da parte dei politici e la BCE nei prossimi giorni sarà cruciale per le prospettive per Grecia, zona euro e mercati finanziari.
2. Il voto aumenta la probabilità di un’uscita greca dall’eurogruppo a circa il 50%, il livello più alto finora.
3. Qualora la Grecia dovesse uscire dalla zona euro, la situazione sarà molto diversa rispetto a due o tre anni fa, quando la BCE non sarebbe stata in grado di contenere la situazione. Ora ci sono molte più misure in vigore.
Non c’è ragione di lasciarsi prendere dal panico; ma è di certo un motivo per essere prudenti. Innanzitutto è importante ridurre il piuttosto che aggiungere rischio. Manterremo quindi posizioni neutrali nelle prossime settimane. Solo in caso di segnali più negativi potremo decidere di assumere posizioni più difensive; tuttavia, questo non è il nostro scenario centrale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Grexit e Brexit due spauracchi da non sottovalutare

Periferia, high yield e bond emergenti le scelte privilegiate

Si è posticipato ancora l’accordo sul taglio del debito: la view di Kempen

NEWSLETTER
Iscriviti
X