Fed, cosa aspettarsi?

A
A
A
di Finanza Operativa 18 Giugno 2015 | 16:00

a cura del team Macro di Exane Bnp Paribas

· Revisione delle prospettive macro La Fed, come stimato dal team Macro di Exane BNP Paribas, ha lasciato invariati i tassi a seguito della recente ripresa dei dati americani rivedendo leggermente il tono sulle prospettive macro-economiche. Evitando un tono esuberante, l’Istituto ha, infatti, ammesso il miglioramento sul mercato del lavoro, sui consumi delle famiglie e sul settore immobiliare. Allo stadio attuale Exane BNP Paribas ritiene che le proiezione sulla crescita dell’FOMC relative al PIL del 2015 (riviste a seguito dei risultai del Q1 considerati temporanei) siano ancora coerenti con una crescita trimestrale del 2,8% – 3,0% annualizzato.

· Stime sull’andamento dei tassi nell’anno in corso Dato che l’outlook sulla locomotiva americana è robusto, è possibile aspettarsi un primo rialzo dei tassi sull’anno in corso: in particolare, i dot plot dell’FOMC suggeriscono due rialzi sull’anno in corso (molto probabilmente a settembre e dicembre). Tale view, condivisa da Exane BNP Paribas, non è totalmente consensuale. Si tratta, tuttavia solo di stime dato che la Fed non ha (ed è improbabile che lo faccia) lasciato esplicitamente intendere un rialzo nei prossimi meeting. Non dimentichiamoci, come sottolineano i nostri Economisti, che una Fed “data-dependent” evita ad ogni costo di impegnarsi in anticipo su decisioni politiche!

· … e nel 2016 – 2017 La Fed ha, inoltre, rivisto al ribasso le proiezioni sui tassi per il 2016 – 2017 come atteso dal team Macro di Exane BNP Paribas. Tale decisione è riconducibile alle recenti dichiarazioni di Dudley, governatore della Fed di New York, nonché della stessa Yellen che si aspettano un calo meno sostenuto del tasso di disoccupazione nell’anno in corso dato che la produttività potrebbe aumentare. Allo stadio attuale le stime dei nostri Economisti sui tassi Fed Fund a fine 2016 sono inferiori di 25bp rispetto alle proiezioni mediane dell’FOMC.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Reits, un affare a dicembre secondo la statistica

Banche, stop dalla Bce a dividendi e buyback fino a fine 2020

Imu e Tasi 2019: ecco cosa fare per il saldo di dicembre

NEWSLETTER
Iscriviti
X