Oyster lancia Multi-Asset Actiprotect, comparto globale innovativo con gestione attiva del rischio

A
A
A
di Finanza Operativa 24 Giugno 2015 | 17:00

SYZ Asset Managementha lanciato OYSTER – Multi-Asset Actiprotect, un nuovo comparto della sua SICAV lussemburghese UCITS. Gestita internamente dal team “Multi-Asset”, la strategia propone una gestione multi-asset globale dinamica che cerca di generare sul medio-lungo termine i due terzi della performance delle azioni mondiali con appena un terzo del loro rischio. Il fondo investe in tutto il mondo soprattutto attraverso futures e prodotti indicizzati, assumendo esposizioni ad un’ampia gamma di attivi come gli strumenti liquidi, le obbligazioni, le azioni, le valute e l’oro. L’innovazione principale consiste in una gestione dinamica del budget di rischio, che associa uno scenario economico ad una vigilanza sistematica sulla perdita massima (“maximum drawdown”). Una metodologia di copertura proprietaria volta a contenere il ribasso massimo (è stato fissato un obiettivo interno al 10%).
I due terzi della performance con un terzo del rischio. OYSTER – Multi-Asset Actiprotect è un fondo multi-asset flessibile che investe e assume posizioni in un ampio universo di classi di attivi comprendente, oltre agli strumenti liquidi, le obbligazioni (Treasury USA a 10 anni e 30 anni, Gilt britannici, titoli di Stato tedeschi e italiani), le azioni (Europa, Stati Uniti, Giappone, Regno Unito, Svizzera, mercati emergenti), oltre che le valute e i metalli preziosi (USD, JPY, GBP, AUD e l’oro). L’obiettivo del fondo consiste nell’ottenere a medio-lungo termine una performance pari ai due terzi dell’indice azionario mondiale (MSCI World CR EUR), con appena un terzo del suo rischio (volatilità annua dal 5% al 7%). L’esposizione del portafoglio può variare fra lo 0% e il 130% e il fondo può investire esclusivamente in strumenti liquidi, come futures, cambi a termine ed ETP1 (10% al massimo).
OYSTER – Multi-Asset Actiprotect è gestito con un approccio collaborativo da Fabrizio Quirighetti (responsabile del team), Guido Bolliger, Claude Cornioley e Adrien Pichoud, che compongono il team “Multi-Asset” di SYZ Asset Management (Suisse) SA. Guido Bolliger e Claude Cornioley sono due professionisti con numerosi anni di esperienza nell’investimento quantitativo che hanno raggiunto recentemente SYZ Asset Management. Claude Cornioley è stato partner da Dynagest SA. Guido Bolliger era CIO di Olympia Capital e ha precedentemente lavorato come Senior Quant Analyst per Julius Baer. Entrambi apportano al Gruppo SYZ una forte esperienza nell’hedging dinamico di portafoglio e nelle allocazioni di attivi basate sul rischio.
Un approccio multi-asset particolarmente innovativo. Esistono diversi tipi di soluzioni d’investimento multi-asset. La più classica, quella dei fondi diversificati (o “balanced”) mira a ridurre il rischio, principalmente attraverso la diversificazione. Il forte aumento tendenziale della correlazione delle classi di attivi nei periodi di crisi può comportare pesanti ribassi. Altre tecniche più recenti, come le strategie “minimum variance”, “parità di rischio” o “CPPI” (Constant Proportion Portfolio Insurance) si concentrano sulla gestione del rischio, senza prendere posizione sulla direzione dei mercati. La strategia ActiProtect sviluppata da SYZ Asset Management è quindi particolarmente innovativa, poiché parte da una valutazione macroeconomica che determina un’allocazione di attivi ideale e ricorre poi a un’allocazione dinamica del budget di rischio, completata da una copertura dinamica volta a contenere la perdita massima al 10%.
Un processo solido. Il processo d’investimento del gestore del fondo comprende 4 tappe chiave. La prima consiste in una valutazione obiettiva della situazione macroeconomica, in particolare della crescita economica e dell’inflazione, allo scopo di determinare il contesto nel quale si opera (pro-ciclico, stagflazione, reflazione, disinflazione o deflazione) e le classi di attivi da privilegiare o evitare a seconda dell’analisi del gestore. In un secondo tempo, le preferenze di massima vengono messe alla prova attraverso un’analisi multifattoriale che tiene conto della loro valutazione, delle prospettive di rendimento, il rischio e l’esistenza di un fattore capace di stimolare il prezzo. Consente, per esempio, di passare da una preferenza generale per le azioni ad una ipotesi d’investimento incentrata sulle azioni europee piuttosto che quelle statunitensi. La terza tappa trasforma queste convinzioni in allocazioni di capitale attraverso una soluzione sviluppata internamente che mira a mantenere la volatilità totale del portafoglio in una forbice definita compresa fra il 5% e il 7%. Infine, l’ultima fase del processo consiste nell’evitare che il fondo perda più del limite massimo consentito (10%) nei periodi di forte volatilità. Ciò avviene attraverso l’ausilio di una metodologia proprietaria che aumenta la quota di attivi non rischiosi quando il rischio di superamento della soglia diventa eccessivo.
Una gamma molto ampia di strategie multi-asset. Nell’attuale contesto di tassi d’interesse molto bassi, gli investitori faticano a trovare valide alternative alle allocazioni in strumenti liquidi o in obbligazioni. Inoltre, l’odierna incertezza economica spinge molti investitori a temere anche la volatilità dei mercati di borsa e i livelli storicamente elevati dei corsi azionari. Le redditizie soluzioni multi-asset sviluppate da SYZ Asset Management, OYSTER Multi-Asset Diversified, OYSTER Multi-Asset Absolute Return, OYSTER Multi-Asset Inflation Shield e l’ultima nata OYSTER – Multi-Asset Actiprotect, offrono pertanto un’interessante alternativa di strategie complementari.
“Con il fondo OYSTER Multi-Asset Actiprotect, completiamo una gamma di fondi nella categoria multi-active. Ciò ci permetterà di ampliare la nostra offerta per i clienti con delle proposte d’investimenti innovative, concentrate sulle allocazioni dei rischi e la gestione dinamica del beta”, spiega Katia Coudray, CEO di SYZ Asset Management. Per unificare il brand dei fondi gestiti dal team Multi-Asset, è stato aggiunto il prefisso “Multi-Asset” alla gamma. I nomi dei fondi gestiti dal team Multi-Asset cambiano pertanto nel modo seguente:
• OYSTER – Diversified diventa OYSTER – Multi-Asset Diversified
• OYSTER – Absolute Return EUR diventa OYSTER – Multi-Asset Absolute Return EUR
• OYSTER – Multi-Asset Inflation Shield rimane invariato
• OYSTER – Multi-Asset ActiProtect rimane invariato

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X