Cinque temi d’investimento di Credit Suisse

A
A
A
di Finanza Operativa 29 Giugno 2015 | 16:00

A cura di Markus Stierli, Head of Fundamental Micro Themes Research, Credit Suisse
Ripresa europea: enfasi sui consumi. Siamo ora più positivi sull’Eurozona, dal momento che le condizioni
macroeconomiche continuano a migliorare e il programma di acquisto di titoli della Banca Centrale Europea dovrebbe continuare a favorire gli utili. In questa fase della ripresa, la fiducia dei consumatori dovrebbe migliorare ulteriormente e la tesi di investimento per i titoli legati ai consumi appare ora particolarmente solida.
Small e mid cap svizzere: dinamica positiva dalla crescita delle vendite. Abbiamo un parere generalmente positivo sul mercato azionario svizzero, ma le società di piccole e medie dimensioni presentano al momento valutazioni interessanti. Prevediamo che il franco svizzero si svaluti rispetto all’euro e al dollaro USA, con un possibile impatto sproporzionatamente positivo sulle piccole imprese che sono, in media, più orientate alle esportazioni delle grandi imprese.
Azioni giapponesi: la riforma della governance sblocca valore per gli azionisti. La prospettiva di una maggiore attenzione alla corporate governance è il motivo principale del nostro parere positivo sulle azioni giapponesi. Crediamo che gli investitori possano beneficiarne, selezionando società con una bassa redditività del capitale proprio, insieme a cash flow e margini di utile stabili, poiché l’affidabilità degli utili accresce l’incentivo per le imprese ad investire.
Impiego delle disponibilità liquide delle aziende: riacquisti, dividendi, fusioni e acquisizioni. In uno scenario economico in rapido miglioramento, le società dovrebbero essere ulteriormente incentivate a mettere a frutto la loro abbondante liquidità oppure a restituirla agli azionisti. Gli investitori con propensioni al rischio variabili potrebbero beneficiare di un incremento dell’esposizione ad uno o più dei tre temi legati al livello cospicuo di liquidità aziendale: riacquisti, dividendi, fusioni e acquisizioni (M&A). Inoltre, parallelamente alle strategie difensive a lunga scadenza che pagano dividendi, rileviamo ora un quadro molto più interessante per una strategia di dividendi più ciclica/bilanciata.
Hedge fund: merger arbitrage – a vantaggio di società e investitori. In termini generali, le condizioni di mercato per le strategie di hedge fund appaiono favorevoli grazie al miglioramento delle condizioni economiche globali. Tuttavia, l’investment case dei fondi merger arbitrage appare ora particolarmente interessante: premi moderati, un’ampia quota di operazioni in contanti, basso costo del denaro e liquidità aziendale abbondante sono elementi che suggeriscono che ci troviamo ancora nelle prime fasi del ciclo. Dal momento che i fondi merger arbitrage rilevano un ampiamento delle loro opportunità, la loro performance dovrebbe migliorare dopo anni di diminuzione dell’attività M&A e di sottoperformance.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: la view di Credit Suisse

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Cnh Industrial a UniCredit

Asset allocation, azioni e bond: la view di Ubs WM Italy

NEWSLETTER
Iscriviti
X